USA CIA servizi deviati Bush

Islam è maligno senza RECIPROCITà ] E [ TUTTO quello che la LEGA ARABA ha deciso di fare? ISIS lo annuncia, e se voi non blindate le frontiere di Turchia e Giordania? questa guerra in Siria ed Iraq non finirà mai!
POICHé SAPPIAMO TUTTI CHE NON POTREBBE ESISTERE UNA GALASSIA SHARIA JIHADISTA SENZA una SHARIA di LEGA ARABA, ecco perché, TUTTE LE MINACCIE DI DISTRUGGERE ISRAELE O DI REALIZZARE IL CALIFFATO DI ROMA? DEVONO ESSERE PRESE SERIAMENTE!
la LEGA ARABA è un unico complotto contro di noi, perché è una unica sharia!
non abbiamo mai conosciuto dalla Bibbia un cattivo e pedofilo arcangelo Gabriele musulmano ] [ evil Gabriel shari'a dhimmi slaves. [ QUESTA STORIA CONTRO L'ISLAM DEVE FINIRE IN TRAGEDIA!
con islamici non esiste una soluzione politica devono tutti essere sterminati al più presto!
===============
non ho uno spirito che può corrompersi o che può mutare, perché, il mio Spirito Santo è eterno! non esiste un concetto di relativismo o di fragilità nella METAFISICA umanistica.
=================
contrariamente a quello che potrebbe pensare superficialmente, io sono dalla parte delle mie istituzioni ecclesiastiche e politiche, nelle istituzionali io sono il braccio destro del mio Presidente della Repubblica! è semplice! il fatto che i massoni hanno lottizzato le nostre istituzioni? QUESTO NON VUOL DIRE CHE LE NOSTRE ISTITUZIONI SONO DA INDEBOLIRE!
non delegittimo la MERKEL o OBAMA sul piano istituzionale, la nostra è soltanto una questione personale!
=================
ERDOGAN COMPRA IL PETROLIO DA ISIS, QUINDI è STATO LUI! ANKARA, 27 DIC - E' stato ucciso a Gaziantep, città turca al confine con la Siria, il regista siriano Neji Jerf, autore di documentari anti-Isis. Lo ha annunciato su Twitter l'ong siriana "Raqqa viene massacrata in silenzio", con cui il regista, padre di due figli, collaborava regolarmente. Dall'aprile 2014 "Raqqa viene massacrata in silenzio" racconta in clandestinità come i jihadisti operano nella città del nord della Siria, considerata la loro capitale
http://www.ilgiornale.it/static/reportage/cristiani_siria/cristiani_siria_home.htm
USA e i loro LEGA ARABA sono RESPONSABILi di MOSTRARE i loro orrori satanismo sacrifici umani sull'altare di satana, ed ogni ORRORe SHARIA davanti a tutto il MONDO. Afghanistan, decapitati 5 jihadisti Isis. Le teste mozzate esposte sul ciglio della strada.
Estremisti islamici jihadisti dell'organizzazione Ansar Dine hanno detto via web di aver ucciso almeno 15 persone in due attacchi nel nord del Mali. I miliziani hanno affermato di aver ucciso a Kidal 11 tuareg giovedì e altre 4 persone venerdì. I tuareg dal 2012 erano in guerra con il governo perchè volevano uno stato indipendente, ma in giugno hanno firmato un accordo di pace con Bamako. Accordo che li ha fatti entrare nel mirino dei jihadisti affiliati ad al-Qaida e all'Isis.
humanumgenus
#DIRETTORE #YOUTUBE #STREGA ] PER il fatto che io ho rifiutato la tua PASSERA? tu non ne dovresti fare una questione personale, IO SONO UN NAZIREO! ANCHE PERCHé IL TUO è UN SERVIZIO PUBBLICO SECONDO IL PRIMO EMENDAMENTO DELLA COSTITUZIONE DEGLI USA! [ #Rothschild ] tutta la mia vita in qualche modo è stato un reprimere quello che io avrei voluto dire fare o esprimere ANCHE SE CON UN COSTO NOTEVOLE IO LE HO FATTE LO STeSSO tutte le cose che io volevo fare! e io ringrazio youtube che mi ha dato la possibilità di poter essere me stesso al 100%. NON SOLO, LUI HA PORTATO A MATURAZIONE LA CONSAPEVOLEZZA DELLA MIA IDENTITà ALL'INTERNO DELLA STORIA DEL GENERE UMANO! senza youtube certamente non sarebbe mai esistito un ministero politico universale di
Unius REI
humanumgenus
è la tua fede, CHE, plasma la tua REALTà: quindi anche se la tua realtà è sommamente criminale, ESSA ti sembrerà la tua unica, inevitabile e migliore realtà possibile: per tutti i peccatori il peccato è razionale, inevitabile, PERCHé IL MALE è UNA PERSONA SOVRUMANAMENTE INTELLIGENTE, E TU DIFFICILMENTE, tu PUOI AVERE UNA INTELLIGENZA che essendo SOLAMENTE UMANA, può SFUGGIRE AD UN INGANNO, di queste proporzioni sovrumane, CHE TI SOVRASTA, completamente dato che, anche, la tua religione il più delle volte diviene e si aggiunge, come ulteriore, minaccia soprannaturale, ai danni della tua intelligenza naturale! ] QUINDI NOI DOVREMMO AFFERMARE CHE NON ESISTE UNA VERITà UNIVERSALE, oggettiva, MA, CHE OGNIUNO DI NOI HA UNA SUA VERITà? [ ed invece a nostra protezione razionale Dio ci ha dato, sia la LEGGE NATURALE che la LEGGE Universale, che, entrambe, giudicano la rettitudine di ogni sovrastruttura di tipo ideologico religioso e istituzionale: ecco perché io sono la metafisica vivente! QUINDI, TU NON DEVI SOTTOVALUTARE IL POTERE CREATIVO CHE LA TUA FEDE HA DI PLASMARE LA REALTà CHE TI CIRCONDA!
humanumgenus
da noi a 10 anni, le bambine si mettono l'abito bianco della sposa per fare la PRIMA COMUNIONE MISTICA, ma con gli islamici le bambine si mettono l'abito della sposa PER TROMBARE! SALMAN TU SEI UN LURIDO PORCO!
humanumgenus
ma, se diamo a tutti gli ebrei del mondo, tutto il Sinai egiziano, e tutto il sinai Madiana
saudita, poi, Enlightened Rothschild distruggno il loro potere sul FMI, e non ci sarà più bisogno di nessuna guerra mondiale! AD EGITTO ED ARABIA SAUDITA LA PAROLA, ADESSO LORO COSA MI RISPONDONO?
humanumgenus
MENTRE youtube ieri mi bloccava per un ora, mi ha mostrato una pagina, con i suoi migliori video, sui dischi volanti! MA ALIENI CHE SONO DEMONI, NON PRENDERANNO MAI QUALCUNO CHE SA COME USARE IL NOME DI GESù DI BETLEMME. Ecco perché USA il satanista massone, obbligano la LEGA ARABA, e tutti i Governi criminali del mondo, a sterminare tutti i cristiani nel mondo, appunto per rendere possibile contro il genere umano la minaccia aliena!
humanumgenus
QUANDO IERI youtube mi ha bloccato per un ora su questo messaggio [ Mr Universal Metaphisics Unius REI ] [ CINA RUSSIA ] Erdogan attende l'occasione per invadere la Siria e l'IRAQ, se evitate provocazioni, in altre parti del mondo, Asia ed Europa, rimarranno fuori di questa follia USA terza guerra mondiale! SI! è INEVITABILE GIOCARE DI ASTUZIA E DI ANTICIPO, MINIMIZZARE I DANNI, E LOCALIZZARE LA INEVITABILE GUERRA CHE IL FMI NWO SISTEMA MASSONICO RICHIEDE IN MEDIO ORIENTE! ANDIAMO A PRENDERCI TUTTI IL SOLE IN ARABIA SAUDITA!
O vi prendete UNIUS REI oppure, sarete maledetti cronici: "CORNUTI E MAZZIATI" dal sistema usura mondiale SpA, sistema massonico Rothschild Bildenberg: "SATANA è DIO! TANTO PEGGIO è PER TUTTI TANTO MEGLIO è PER NOI" è il loro motto! ( 27. 12. 2015) Gli Stati Uniti detengono una quota pari alla metà del mercato mondiale di armi, grazie alla quale hanno ottenuto introiti per oltre 36 miliardi di dollari. Il principale compratore di equipaggiamenti militari americani è diventata la Corea del Sud. Gli Stati Uniti restano leader assoluti nel mercato mondiale delle armi, scrive il "New York Times", riferendosi ad un rapporto presentato al Congresso. Nel 2014 grazie alle vendite di armi gli USA hanno guadagnato 36,2 miliardi di dollari, cifra maggiore rispetto al dato precedente per 9,5 miliardi. La seconda quota di mercato è occupata dalla Russia con introiti per 10,2 miliardi di dollari, mentre al terzo posto si piazza la Svezia con 5,5 miliardi di dollari. Chiudono le prime cinque posizioni la Francia e la Cina rispettivamente con 4,4 e 2,2 miliardi di dollari.commesse multimiliardarie con Qatar, Arabia Saudita e Corea del Sud hanno permesso agli Stati Uniti di controllare poco più del 50% del mercato delle armi. Inoltre gli Stati Uniti hanno approfittato dell'aumento delle tensioni nella penisola coreana, che hanno indotto Seul a diventare un importante acquirente di armi americane, con una spesa superiore ai 7 miliardi di dollari. L'Iraq occupa il secondo posto nella classifica dei Paesi importatori di armi con una spesa da 7,3 miliardi $ per rafforzare le sue forze armate dopo che le truppe statunitensi hanno lasciato il Paese. Al terzo posto si è piazzato inaspettatamente il Brasile, anch'esso attivamente impegnato nel riarmo del proprio esercito. Il giornale scrive che il Paese sudamericano ha sborsato per le armi 6,5 miliardi $, in gran parte per l'acquisto di aerei militari prodotti in Svezia.complessivamente nel mondo nel 2014 il volume d'affari del mercato delle armi ha raggiunto 71,8 miliardi di dollari, aggiunge il giornale. Correlati: USA hanno inviato nuovo lotto di armi all'opposizione siriana Papa Francesco: Maledetti coloro che operano per la guerra e le armi USA non voteranno contro le armi nello spazio
EGITTO, ARABIA SAUDITA ] soltanto dando reciprocamente una parte della vostra terra, soltanto in questo modo voi potete dimostrare di non essere parte di un antico complotto per uccidere ISRAELE
Mr Universal Metaphisics Unius REI
SALAM SAUDI ARABIA ] smettila [ è da vigliacchi far pagare a ISRAELE tutto il male che i farisei massoni vanno facendo nel mondo! Piuttosto tu ed Egitto? voi date la terra perché israele possa vivere!
Mr Universal Metaphisics Unius REI
Merkel IS Babel Bildenberg BAAL LA SPA DEVITALIZZANTE E PARASSITARIA ]
OVUNQUE CI SONO I MASSONI DELLE SPA BANCHE CENTRALI, POI, QUEL POPOLO
FINIRà IN MISERIA E DISPERAZIONE! ] pharisees NO men: ARE DEMONS
Mr Universal Metaphisics Unius REI
OGNI CALIFFATO, COME OGNI STATO ISLAMIZZATO PUò ESSERE SOLTANTO UN
INTERESSE SAUDITA! GLI USA HANNO VOLUTO ROVINARE IL GENERE UMANO!
Mr Universal Metaphisics Unius REI
la ostinazione della LEGA ARABA a non voler condannare e criminalizzare la sharia, PUò ESSERE SOLTANTO UN ATTO OSTILE CONTRO TUTTO IL GENERE UMANO!
Mr Universal Metaphisics Unius REI
come LEONIDA così anche ISRAELE può essere ucciso con lancio continuo di missili balistici! SE LA SUPERFICIE TERRITORIALE DI ISRAELE NON RADDOPPIA? ISRAELE COLLASSERà SU SE STESSO!
Mr Universal Metaphisics Unius REI
I SAUDITI SONO IMPEGNATI NON SOLTANTO AD ESTENDERE la Lega araba ATTRAVERSO IL TERRORISMO, MA, ANCHE AL SUO INTERNO CERCANO DI OTTENERE IL MASSIMO CONTROLLO questo sta succedendo ANCHE in Libia
Mr Universal Metaphisics Unius REI
oggi è successo a kosovo, domani succederà alla NIGERIA, e dopodomani succederà anche a Israele ] infatti grazie alla NATO: ora, il Kosovo è un altro nazista sharia Center
Mr Universal Metaphisics Unius REI
/fʁɑ̃'swa ɔ'lɑ̃d/ <--- CHI METTE QUESTA ROBA NEI MIEI BLOG? François Gérard Georges Nicolas Hollande è un politico francese. È stato segretario del #Partito #Socialista francese dal 1997 al 2008. ma non si conosce il suo alto grado eventuale nella #gerarchia #massonica ] #François #Hollande perché io ho visto te così intimidito davanti ad Herman Achille Van Rompuy? forse perché lui è del 33°Jahbulon e tu sei del: 13°JAH-BUL-ON?
Mr Universal Metaphisics Unius REI
17-11-2015 Iran: esce di prigione un cristiano. Le autorità iraniane PER UN ATTO DI CLEMENZA DOPO DUE ANNI DI CARCERE, rilasciano il cristiano Suroush Saraie, arrestato in flagrante in un raid della polizia a ottobre 2012, colpevole di partecipare a una riunione di preghiera. MA SE ERA UN MUSULMANO APOSTATA? LO AVREBBERO IMPICCATO!
Mr Universal Metaphisics Unius REI
PENA di morte per blasfemia? TI UCCIDONO NELLA LEGA ARABA SE PARLI MALE DI MAOMETTO! in realtà, io non ho visto nessuno parlare peggio di Maometto, di come
sta facendo la LEGA ARABA con tutti i suoi delitti sharia! ECCO PERCHé LA LEGA ARABA DEVE ESSERE BRUCIATA PER BLASFEMIA!
Mr Universal Metaphisics Unius REI
morte per blasfemia? TI UCCIDONO NELLA LEGA ARABA SE PARLI MALE DI MAOMETTO! ma, nessuno ha mai parlato così male di Maometto, più di come ha potuto parlarne male il Corano, ecco perché il Corano deve essere bruciato!
Mr Universal Metaphisics Unius REI
quello che io affermo, sul sistema monetario mondiale, S. p. A. Rothschild è lo scienziato Giacinto Auriti che lo ha dimostrato!
Mr Universal Metaphisics Unius REI
NON POTRAI MAI SALVARTI! banca rotta, falso in bilancio, crollo sistema monetario ] [ è PER NASCONDERE TUTTO QUESTO CHE è indispensabile: "TU DEVI MORIRE NELLA GUERRA MONDIALE NUCLEARE!" banca rotta falso in bilancio crollo sistema monetario
Mr Universal Metaphisics Unius REI
TU STAI PER SCENDERE ALL'INFERNO DOVE TI PENTIRAI DI ESSERE STATO CONCEPITO! George H. W. Bush 41º presidente degli Stati Uniti George Herbert Walker Bush è un politico statunitense.comunemente chiamato George H. W. Bush, George Bush o George Bush senior per distinguerlo dal figlio George W. Bush, è stato il 41º Presidente degli Stati Uniti. Data di nascita: 12 giugno 1924 (età 91), Milton, Massachusetts, Stati Uniti CONIUGE: Barbara Bush (s. 1945) Vicepresidente: Danforth Quayle (1989–1993) Figli: George W. Bush, Jeb Bush, Neil Bush, Dorothy Bush Koch, Robin Bush, Marvin Bush
Mr Universal Metaphisics Unius REI
in Vaticano hanno sputato contro San Simonino di TRENTO, perché il vero loro Papa, sono i Bildenberg!
Mr Universal Metaphisics Unius REI
quando si commette un delitto di proporzioni guerra mondiale, 5 miliardi di morti? IL SATANISTA Fariseo MASSONE SPA BANCHE CENTRALI, LUI HA BISOGNO DI TROVARE UN COMPLICE SALAFITA WAHHABITA SAUDITA! [ chi non è dalla loro parte? venga dalla mia!
Mr Universal Metaphisics Unius REI
chi potrebbe contestare la realtà? ONU è SHARIA, ed uccide i dhimmi israeliani, perché questo è il suo hobby
Mr Universal Metaphisics Unius REI
ovviamente, il terrorismo mondiale islamico, condanna la legge della sharia, INFATTI, esso prospera, nonostante tutti si dichiarino impegnati a combatterlo! ALLORA, CHI CIA ARABIA SAUDITA STANNO TRADENDO IL GENERE UMANO?
PREGHIERA CHE HA INSEGNATO GESU' Giacinto Auriti:
" LE PAROLE ESSENZIALI. . . LA PREGHIERA CHE HA INSEGNATO GESU', DACCI OGGI IL NOSTRO PANE QUOTIDIANO, IN QUESTA FRASE STA L'ESSENZA, IL CUORE DELLA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA. . . VISIONE UNIVERSALE DI DIRITTO SOCIALE CHE RIGUARDA LA COLLETTIVITA' DI TUTTI GLI STATI. . . A QUESTO PUNTO DOBBIAMO FARE UNA RIFLESSIONE. . . PER DARE AD OGNUNO IL PANE QUOTIDIANO. . . DARE DENARO PER COMPRARLO. . . DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA. . . IL CUORE E' GARANTIRE AD OGNUNO DENARO PER COMPRARE PANE. . . QUELLO CHE MANCA NON E' IL PANE. . . MA IL DENARO PER COMPRARLO, 50 MILIONI DI UOMINI MUOIONO DI FAME OGNI ANNO. . . QUANDO PARLA CRISTO E DICE: "DACCI IL NOSTRO PANE QUOTIDIANO". . . CHE VUOL DIRE NOSTRO ?. . . E' IL DIRITTO DI PRETENDERLO!. . . LA PROPRIETA' DEL PANE. . . QUANDO SI NEGA IL DIRITTO SI NEGA IL GODIMENTO GIURIDICO. . . LA MONETA STRUMENTO DI COSTO NULLO. . . IL VALORE E' UNA DIMENSIONE DEL TEMPO, CIOE' UNA PREVISIONE. . . ORO FATTO DI CARTA, PERCHE' BASTA LA CONVENZIONE. . . LA MONETA E' UNA FATTISPECIE GIURIDICA. . . CHI CREA IL VALORE DELLA MONETA NON E' CHI LA EMETTE MA CHI L'ACCETTA http://youtu.be/-BkIJdgrbTU "
Questo video - La preghiera di Gesù e la moneta debito - 25/8/2002 su SAUS TV Clicca qui http://www.youtube.com/user/ScuolaAuritianaSimec/videos?view=0
e www.simec.org utili per conoscere la scuola monetaria auritiana. 
http://youtu.be/-BkIJdgrbTU
Giacinto Auriti: ". . . l'operaio di Napoli che si è bruciato per i debiti. . . capire che il REDDITO di CITTADINANZA deve diventare una garanzia della continuità vitale della persona umana. . . il minimo assicurato con la dignità giuridica, col diritto di pretendere la proprietà propria. . . io sono cattolico, la responsabilità morale è individuale, io devo stare a posto con la mia coscienza e basta. . . questo è il punto centrale. . . Lev Tolstoj diceva:" Se manca la fede in Dio viene meno la ragione dell'onestà" aveva ragione!. . . l'onestà è la sete di giustizia. . non esiste legge senza legislatore. . . rispettare la legge morale. . . qual è il grave dramma di oggi ? Il suicidio da insolvenza, malattia sociale che è stata profetizzata dalla Madonna a Fatima. . . quando ha detto:"i vivi invidieranno i morti". . . il Sindaco rincorso e preso a calci. . . simbolo di un sistema. . . quella che noi portiamo avanti è quella che i sociologi chiamano "idea forza". . . Le idee forza sono quelle che cambiano la storia e devono avere almeno due qualità, la novità e la semplicità, questa ha anche una terza caratteristica che è la verità, ecco perche noi siamo rassegnati a vincere. . . https://www.youtube.com/watch?v=xc7z99TIaK8 "
Questo video - La continuità vitale dell'essere umano - 1/9/2002 su SAUS TV ! Clicca qui http://www.youtube.com/user/ScuolaAuritianaSimec/videos?view=0
e www.simec.org utili per conoscere la scuola monetaria auritiana. 
" Una volta la gente lavorava per un guadagno, oggi la gente lavora per pagare i debiti. Noi abbiamo il dovere di ribellarci altrimenti i nostri figli e le nuove generazioni non avranno altra scelta tra il suicidio e la disperazione"
https://www.youtube.com/watch?v=DBE6ayI8-BQ
Terza 3° parte Giacinto Auriti : ". . . quando oggi i politici pretendono di giudicare la storia. . . e la guerra. . . questo giudizio non puo' essere fatto in nome di un principio di "giustizia" perchè la giustizia allora si deve applicare per tutti. . . . e ignorare. . .come è successo anche in Israele. . . quando noi parliamo di queste cose dobbiamo cominciare a leggere la storia. . . qualunque dramma di genocidio. . . va condannato. . . quelli che vogliono fare giustizia. . . usano due regole, una regola per chi è giudicato e un'altra regola per se stessi perchè hanno la forza, quindi il ragionamento che viene fatto è quello delle molte verità. . . la scuola dei sofisti greci. . . scuola filosofi di Atene. . . enunciava e praticava la teoria della doppia verità, per cui ad un certo punto ognuno sostiene la verità che fa comodo, non si parla più del discorso giustizia, del giudice che dovrebbe essere assolutamente equidistante dalle parti, ma si parla della raccomandazione e del clientelismo. . . Quand'è che noi possiamo cominciare a costruire dalla base la speranza per una Giustizia nuova? Questo puo' avvenire solamente a una condizione. . . che si tolga dalle mani dei vertici bancari mondiali la proprietà della moneta e si faccia di ogni popolo il proprietario della sua moneta. . . San Padre Pio fu avvicinato da un Magistrato. . . che disse:" sai noi magistrati. . . ci prendiamo le pratiche che ci convengono e ce le compriamo". . . San Padre Pio. . . dette un calcio nel sedere a questo Magistrato e lo fece rotolare per le scale. . Abbiamo trovato la logica per scrivere la storia. . . le rivoluzioni si fanno a tavolino, non è vero che si fanno in piazza, io ricordo i miei compagni di scuola morti in guerra. . . erano alcuni fascisti altri comunisti. . . io ero così costernato da questo fatto. . . li conoscevo tutti e due e sapevo che erano entrambi onesti. . . quello che conta non è la qualità dell'idea ma l'onestà con cui ci si crede. . . pensare per costruire un'alternativa nuova. . . oggi siamo arrivati a quella che abbiamo definito democrazia integrale. . . sostituire alla moneta-debito la MONETA PROPRIETA'. . . https://www.youtube.com/watch?v=1pG2HuvpznI "
Buon ascolto P. S. - Per condividere fare copia e incolla a tutto questo testo di presentazione
Altri video in SAUS TV su You Tube https://www.youtube.com/watch?v=1pG2HuvpznI
https://www.youtube.com/watch?v=DBE6ayI8-BQ
Seconda 2° parte Giacinto Auriti :
". . .cominciamo a capire che cosa significa il pluralismo religioso. . . è una scelta essenzialmente massonica, la massoneria è la società che strumentalizza. . . tutti quegli strumenti formali inventati dalle scuole del diritto moderno, per cui il concetto di società non ha contenuto umano, il concetto di società diventa un fantasma. . . gli uomini passano in seconda linea. . . Il collegamento vero tra persone che si conoscevano e quindi erano in grado o di amarsi o di odiarsi. . . non si puo' amare una persona che non si conosce, e noi aggiungiamo non si puo' odiare una persona che non si conosce. . . oggi sul presupposto dei fantasmi giuridici. . . lo stato costituzionale, la gente va alla guerra e si ammazza senza che ci sia il presupposto dell'odio. . . quando si parla di guerra. . . non esiste un principio che trascende il rapporto di forza. . . che è quello che riguarda una valutazione puramente di potenza e non di giustizia. . . capire che il bandolo della matassa sta nelle mani di chi ha i soldi, la proprietà della moneta all'atto dell'emissione sta nelle mani di chi è il padrone della storia. . . è diventato il gendarme del mondo, stabilisce quello che è giusto e quello che non lo è. . . le banche centrali vogliono la guerra. . . significa eliminare alcuni debiti. . . o accentuare l'indebitamento per chi deve essere stritolato. . . per cui l'uomo della strada diventa uno strumento nelle mani di chi ha la sovranità monetaria. . . oggi tutti i popoli del mondo sono poveri perchè hanno un debito pari a tutto il loro denaro, perchè tutto il denaro in circolazione oggi è moneta nominale (debito del portatore). . . chi sceglie la musica sono i padroni del denaro. . . la ricerca delle cause è sempre al di sotto di quella che è la verità apparente, l'immagine creata dai giornali dalla televisione è arbitraria. . . il principio di giustizia vale quando fa comodo. . . nella storia ci sono i raccomandati di ferro e quelli che non sono raccomndati. . . https://www.youtube.com/watch?v=f1Y2GMsxMqI "
Buon ascolto P. S. - Per condividere fare copia e incolla a tutto questo testo di presentazione
Altri video in SAUS TV su You Tube Prima 1° parte di un sempre attuale, Giacinto Auriti :
". . . si impone in modo clamoroso la necessità di occuparci del fenomeno. . . guerra che si sta sempre più accentuando. . . mi piace quando si inizia un discorso di questa portata, trovare il bandolo della matassa per cominciare a far capire. . . quello che sta veramente succedendo. . . per spiegare questo fenomeno mi piace ricordare una battuta molto nota negli ambienti politici e dell'alta finanza. . . questa frase è essenziale, dice Krylenko: " Chi paga il pifferaio sceglie la musica ". . . su questa premessa io voglio vedere se i personaggi. . . alla ribalta. . . appartengono alla categoria di chi paga. Oppure dei pifferai ?. . . A questo punto. . . chi è che paga?. . . Chi controlla la fabbrica della moneta. . . chi paga è esattamente chi sta nelle condizioni di controllare i vertici bancari mondiali. . . quando si dice, paga il Fondo Monetario Internazionale. . . è un fantasma giuridico, cioè quella che noi chiamiamo la società anonima, perchè tutte le organizzazioni bancarie sono organizzate con lo schema delle società anonime. . . il fantasma giuridico. . . strumento. . . nelle mani. . . dell'America. . . tra la Federal Reser Bank e la Banca d'Inghilterra vi è un nesso tradizionale di collaborazione così che questi sono diventati i padroni della moneta con un dominio di dimensioni mondiali. . . Uno degli argomenti che oggi è molto valorizzato. . . è quello di dire che noi dobbiamo creare la commistione delle culture delle razze e delle religioni per determinare la globalizzazione della società. . . con regole di convivenza completamente nuove e che danno una dimensione nuova e totale della libertà. . . Quello che sta succedendo. . . è anche la conseguenza della incompatibilità religiosa che si è creata tra alcuni gruppi etnici, noi sappiamo che la guerra di religione. . . è forse una delle forme piu' feroci di guerre civili. . . quando i signori del nostro governo fanno entrare in Italia elementi dell' islam, elementi di tante altre religioni. . . fanno la balcanizzazione dell'Italia. . . noi siamo rispettosi di tutti i gruppi etnici di tutte le scelte religiose. . . a una condizione, chi si rispetti reciprocamente la libertà decisionale, la libertà del culto. . . per esempio nel rapporto tra religione cattolica e l'islam. . . non esite il principio di reciprocità. . . sicchè il principio di giustizia qui è teorizzato solamente da gente. . . tra chi paga e chi fa il pifferaio a questo punto la grande domanda: il nostro governo è fatto di chi paga o chi fa il pifferaio ?. . . è il comportamento concludente che dimostra che questi signori fanno i pifferai e non fanno quelli che scelgono la musica. . . e allora si crea la cultura programmata del globalismo. . . con la commistione delle razze e delle culture si determina un tale malessere sociale per cui chi comanda, comanda con tranquillità senza paura che la sua sovranità possa essere messa in discussione, perchè chi paga il pifferaio sceglie la musica. . . https://www.youtube.com/watch?v=A2weyuOPwAo "
Buon ascolto P. S. - Per condividere fare copia e incolla a tutto questo testo di presentazione
Altri video in SAUS TV su You Tube
https://www.youtube.com/watch?v=A2weyuOPwAo
Nona 9° e ultima Parte - Giacinto Auriti : ". . . Quando Cristo di fronte a Caifa, gli domanda Caifa: "sei tu il figlio di Dio?" Cristo: "Si lo sono. " E' per questo va in croce. . . devo credere che lui è il Figlio di Dio, perchè altrimenti avrebbe mentito non per salvarsi. . . ma per andare in croce il che è assurdo, tanto più perchè poco prima aveva detto: ". . . allontana da me se puoi questo calice amaro". . . ecco perchè è il Sacramento dell'Eucarestia che da la prova che l'unico vero cristianesimo è il cattolicesimo, è la chiesa di Roma il vero cristianesimo, il protestantesimo è stato programmato dalla massoneria inglese, dalle alte logge della banca d'Inghilterra. . . . la fine del Re di Francia. . il Nekker delegato della banca d'Inghilterra ma presidente della banca protestante. . . fu ministro delle finanze del Re e lui indebitò la corona con l'oro-carta. . . i Re cattolici tutti della vecchia Europa. . . sono crollati perchè si sono indebitati verso i banchieri per quella moneta che i banchieri producevano a costo tipografico. . . e che loro stessi avrebbero potuto creare a costo nullo solo se avessero capito che la moneta ha VALORE INDOTTO e non valore creditizio. Quando uno non capisce certe verità è culturalmente subordinato. . . un lord inglese parla con E. Poud e dice : "noi abbiamo messo 20 anni per battere Napoleone ci basteranno 5 anni per battere il fascismo". . . la storia gli ha dato ragione. . . quando tu metti di fronte un'esercito di eroi e un'esercito di bombardieri, attrezzatura altamente tecnologica guidati da ingegneri e da banchieri, vincono purtroppo gli ingegneri. . . In questa situazione noi vogliamo proporre un'alternativa storica. . . è un messaggio questo, che è testimonianza di verità. . . siamo fiduciosi, abbiamo il presagio di vittoria perchè malgrado le apparenze Dio è più forte di satana. Grazie https://www.youtube.com/watch?v=Uj_7EjI5Ys0 " Buon ascolto
P. S. - Per condividere fare copia e incolla a tutto questo testo
Altri video in SAUS TV su You Tube
Rapisce e stupra la collega per convertirla all'Islam. Rinchiusa e brutalizzata per 5 giorni finchè non si è convertita all'Islam, salvata dall'intervento della polizia, Gabriele Bertocchi - Dom, 27/12/2015 Un ingegnere musulmano ha proposto alla collega di sposarsi. La risposta è stata negativa, poichè la famiglia della 27enne non avrebbe acconsentito a un matrimonio interreligioso.
http://www.ilgiornale.it/news/mondo/rapisce-e-strupra-collega-convertirla-allislam-1207941.html
LA NATO NELLA MERDA! I camion cisterna dell'Isis in viaggio verso la Turchia. Mosca mostra le prove del contrabbando di petrolio dell'Isis verso la Turchia. Nel video i bombardamenti russi sui convogli con l'oro nero del Califfato. Sergio Rame - Dom, 27/12/2015 - La Russia ha diffuso le spettacolari immagini che incastrano Recep Tayyip Erdoğan. Le rilevazioni aeree russe dei camion cisterna dell'Isis in viaggio verso la Turchia. Sono le prove del contrabbando di petrolio dei tagliagole dello Stato islamico verso la Turchia e dei bombardamenti russi sui convogli che trasportano l'oro nero del Califfato (guarda qui). Immagini che, una volta per tutte, rivelano il doppio gioco di Ankara che da una parte siede nella coalizione anti Isis e dall'altra foraggia economicamente i jihadisti di Abu Bakr al Baghdadi. A Mosca, in un briefing con la stampa organizzato al ministero della Difesa, i generali russi hanno prodotto video e immagini aeree dei caccia russi che polverizzano lunghe colonne di camion cisterna che trasportano il petrolio da vendere sul mercato nero. Seduto al tavolo delle conferenze, in una enorme sala proiezioni, il generale Sergei Rudskoy ha illustrato le immagini che scorrevano alle sue spalle su uno schermo gigante. Solo nell'ultima settimana, secondo fonti vicine al Cremlino, sono state distrutte diciassette colonne di mezzi e, da quando a settembre è cominciata la campagna aerea in Siria, Mosca ha ridotto in fumo quasi 2mila camion cisterna.
I camion cisterna dell'Isis in viaggio verso la Turchia
Le immagini screditano Erdoğan che aveva smentito pubblicamente i legami tra la Turchia e i miliziani dello Stato islamico. Vladimir Putin ha ingaggiato un testa-a-testa frontale dopo che gli F-16 di Ankara hanno abbattuto uno dei caccia russi impegnati nelle operazioni militari per annientare le bandiere nere in Siria. Nelle scorse settimane il governo di Mosca ha pubblicamente accusato Erdoğan e la sua famiglia di fare affari con il petrolio dell'Isis. I servizi di intelligence russa sono stati in grado di rilevare ben 12mila camion andare e venire dalla Turchia, attraverso il valico di frontiera di Zakho, vicino tanto alla frontiera turca con la Siria che a quella con l'Iraq. "Si è registrata anche una deviazione dal percorso consueto dei convogli - fanno sapere da Mosca - proprio per cercare di sfuggire ai bombardamenti russi, ma la Turchia rimane comunque la destinazione finale della rotta di contrabbando".

Siria a Onu, insolenti violazioni di Israele.. Dopo raid sul Golan, "va fermato, offre sostegno a terroristi" [ se, sostegno significa prestare cure mediche ai feriti, questo aiuto può avvenire anche per feriti siriani.. ma, non mi risulta che Israele abbia armato ribelli terroristi di Al-Qaida, cosa che Usa e Arabia Saudita hanno fatto ] 20 marzo, Siria a Onu, insolenti violazioni Israele (ANSA) - BEIRUT, La Siria si è rivolta all'Onu chiedendo di fermare quelle che ha definito le "insolenti violazioni" da parte di Israele degli accordi per il cessate il fuoco e "il sostegno diretto a gruppi terroristi armati" vicino alla linea di separazione sulle Alture del Golan. Una lettera, scrive oggi l'agenzia governativa Sana, è stata inviata dal ministero degli Esteri al Segretario Generale e al Consiglio di Sicurezza dopo i raid aerei ( ricordiamo tutti che sono avvenuti come risposta ad un attentato, almeno questo è quello che è stato detto! ) compiuti ieri sul Golan dall'aviazione dello Stato ebraico.

Gerusalemme, chiusa Spianata Moschee. Incidenti per passeggiata deputato Likud, due arresti. 20 marzo, [ QUESTA INTOLLERANZA è IL SIMBOLO DEL NAZISMO DELLA SHARIA, CHE, NON PREVEDE LIBERTà DI COSCIENZA E LIBERTà DI RELIGIONE! ] Gerusalemme, chiusa Spianata Moschee (ANSA) - TEL AVIV, 20 MAR - La polizia ha chiuso stamattina la Spianata delle Moschee a Gerusalemme a seguito di incidenti, con lancio di pietre, avvenuti tra forze dell'ordine e giovani arabi che protestavano per la visita sul luogo del deputato del Likud Moshe' Feiglin. Lo riportano i media, aggiungendo che la polizia ha arrestato due uomini e Feiglin è stato costretto a lasciare il posto. La Spianata delle Moschee è sacra sia per i fedeli musulmani sia per gli ebrei che la chiamano il Monte del Tempio.

Aereo: Australia, stop a ricerche [ che tragedia pazzesca! gli USA 666 CIA i servizi deviati di Bush, sono diventati la più grande minaccia per la sopravvivenza del genere umano. da Al-Qaueda al golpe in Ucraina? sono sempre loro! ]
Riprenderanno domani. Aereo Usa, non abbiamo trovato niente
20 marzo, Aereo: Australia, stop a ricerche. Le ricerche australiane di eventuali resti dell'aereo malese scomparso 12 giorni si sono interrotte e riprenderanno domani mattina. Lo ha annunciato l'Autorità per la Sicurezza Marittima, secondo quanto riportato dalla Bbc. Anche l'aereo da ricognizione P-8 Poseidon della Marina americana ha interrotto le sue ricerche, secondo il giornalista della Abc che si trova a bordo. Il reporter ha precisato che il velivolo americano non ha trovato i presunti relitti segnalati dai satelliti.

Raggiunto accordo su Unione Bancaria. Raggiunta intesa, ora plenaria aprile può dare ok finale. 20 marzo, [ e il fondo salva popoli, o salva suicidi, che, importanza ha per i massoni Troika Bildenberg farisei ladri del signoraggio bancario per fare schiavi i popoli? ]
Raggiunto accordo su Unione Bancaria (ANSA) - Bruxelles, 20 MAR - Superato l'ultimo scoglio per l'Unione bancaria: il Consiglio e il Parlamento Ue hanno raggiunto un'intesa sull'ultimo pilastro, il meccanismo di risoluzione e il fondo salva-banche. Ora l'ultima plenaria di aprile del Parlamento può votare il via libera definitivo.

[ TUTTO IL DELIRIO DI AUTOSUPPONENZA DELLE SOCIETà MASSONICHE PARASSITARIE, CONTRO LA LIBERTà E LA VITA DEI POPOLI. I NAZISTI BILDENBERG, CHE HANNO RUBATO IL SIGNORAGGIO BANCARIO! ]20 marzo, 11:00. Ucraina: Merkel, cresce lista sanzioni Ue. #BERLINO, La cancelliera tedesca Angela Merkel ha annunciato un "allungamento" della lista delle persone russe e ucraine colpite dalle sanzioni Ue. Al Consiglio Ue, che inizia oggi si stabiliranno le sanzioni "decise due settimane fa... Tra queste, un allungamento della lista di persone colpite dal divieto sui visti e il congelamento dei beni", ha detto al Bundestag: In caso di escalation "siamo pronti in qualsiasi momento a passare alla fase tre... e si tratterà senza dubbio di sanzioni economiche". [ NULLA è Più FALSO ED IPOCRITA DELLO ONU CHE NON SOLO NON CONDANNA LA SHARIA MA LA SUPPORTA E PROTEGGE MENTRE UCCIDE 300 DHIMMI CRISTINI OGNI GIORNO.. SONO LORO IL SUPPORTO DELLA JIHADISTA MONDIALE PER IL CALIFFATO SAUDITA MECCA IDOLO SATANICO! ]
20 marzo, 10:05. Crimea: Mosca, incontro Putin-Ban Ki-Moon #MOSCA, Il segretario generale dell'Onu Ban Ki-Moon è arrivato a Mosca, dove incontrerà il presidente Vladimir Putin e il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov per discutere della crisi ucraina. Lo riferiscono fonti Onu a Mosca. Dopo i colloqui, Ban Ki-Moon terrà una conferenza stampa. Domani Ban Ki-Moon sarà a Kiev, dove vedrà il presidente ad interim Oleksandr Turcinov e il premier Arseni Iatseniuk, nonché rappresentanti della società civile.

ADESSO è SICURO LA Malaysia è IMPLICATA IN QUESTO CRIMINE DELLA CIA PER MANGIARE SULL'ALTARE DI SATANA QUELLE POVERE PERSONE RAPITE! ] [ Aereo sparito: Malaysia crede ( QUINDI SONO MOLTO RELIGIOSI IN 322 666 BUSH ) pista resti. Oggetti in mare rilevati dai satelliti
20 marzo, Aereo sparito:Malaysia crede pista resti (ANSA) - KUALA LUMPUR, 20 MAR - La Malaysia giudica "credibile" la pista australiana degli oggetti avvistati nel sud dell'Oceano indiano dai satelliti. Lo ha detto il ministro dei Trasporti.

Ucraina: truppe Kiev in allerta. Parlamento annuncia, non cesserà lotta per libertà Crimea. 20 marzo, [ in violazione della autodeterminazione dei popoli, ora sono tutti testimoni.. non sarà la Russia responsabile per la guerra mondiale nucleare! ]
Ucraina: truppe Kiev in allerta #SEBASTOPOLI (CRIMEA),Le Forze armate ucraine hanno elevato lo stato di allerta e "sono pronte a combattere": lo riferisce Interfax, citando il consiglio per la sicurezza nazionale e la difesa di Kiev.
Il parlamento ucraino ha approvato una risoluzione con cui annuncia che "non cesserà la lotta per la liberazione della Crimea dagli occupanti, per quanto lunga e dolorosa possa essere".

Israele: ex sovrintendente contro premier [ questa storia contro un dipendente collerico, è anomala, non mi riguarda, perché i dipendenti devono essere umili, per essere servitori efficaci. ma, aver servito il latte nel contenitore giusto, sarebbe andato bene per me, che io sono un goym, ma, per un ebreo che deve rispettare la Torah, è una cosa molto seria. infatti tutti sanno che, gli ebrei hanno un doppio servizio di stoviglie, per non confondere la carne, e i derivati della carne, con i vegetali.. e questa è una grave negligenza.. per chi sa di essere un ebreo ]
Denuncia Netanyahu, "da sua moglie umiliazioni e scoppi ira". 20 marzo, Israele:ex sovrintendente contro premier. TEL AVIV, L'ex sovrintendente della residenza di Benyamin Netanyahu Menny Neftali ha intentato una causa contro il premier, con la richiesta di un milione di shekel (200.000 euro) per "umiliazioni, commenti razzisti e scoppi di ira" da parte della moglie del premier Sara. E anche, secondo i media, il mancato rispetto di obblighi finanziari e la non corresponsione di straordinari. Neftali ha denunciato di essere stato svegliato alle tre di notte per non aver servito il latte nel contenitore giusto.

Crimea: Mosca,presto annessione ultimata. Lavrov, difenderemo diritti dei russi che vivono all'estero. 20 marzo, 09:19 [ vediamo se, i fascisti in Ucraina, sono tenuti a freno dai Bildenberg traditori parassiti usurai di Farisei strozzini, che, hanno rubato la sovranità monetaria, e non fanno violenze o scorrettezze contro i russofoni! ]
#Bush 322 Satana – a volte io ho pochi secondi, per prendere una decisione, quindi, voi non siete autorizzati a pensare che, io sono Dio, che non mi posso mai sbagliare! ma, io non ho nessun problema a riconoscere i miei errori.. ma, essi vanno dimostrati!

Mo: Abu Mazen, "manterremo le promesse" disse il lupo assassino sharia califfato mondiale, e di non riconoscere lo stato di Israele, questa è: la ipocrisia omicida, di tutti questi islamici è qualcosa di stomachevole! Presidente Anp, abbiate fiducia su stato palestinese. 20 marzo, Mo: Abu Mazen, manterremo le promesse. RAMALLAH, "Manterremo le promesse sullo stato palestinese che abbiamo fatto al popolo". Lo ha detto il presidente dell'Autorità nazionale palestinese (Anp) Abu Mazen, che oggi - di ritorno dagli Usa dove ha incontrato il presidente americano Barack Obama - ha parlato alla Muqata a Ramallah di fronte a circa duemila persone. "Dovete avere fiducia. Alla fine - ha aggiunto - la vittoria sarà nostra".

il sistema massonico Bildenberg, i farisei ladri del signoraggio bancario. ci vugliono convincere, che noi siamo i suoi schiavi, e che, le esigenze: del lavoro sono superiori alle esigenze della vita umana! ma, un lavoro part time è costituzionale! come, anche, lo straordinario è anch'esso costituzionale. quindi, ogni persona sarà pagata in ordine alla sua produttività, perché, stare tutto il giorno, dietro una scrivania senza dimostrare un lavoro produttivo è un atto di parassitaggio.
Cherie Blair, via da staff madre single. Daily Mail, le ha negato part-time, licenziata via email. 20 marzo, Cherie Blair,via da staff madre single (ANSA) - LONDRA, 20 MAR - Come avvocato e attivista si è spesso impegnata in prima persona per difendere i diritti delle madri lavoratrici. Ma come datrice di lavoro Cherie Blair ha un atteggiamento molto diverso: secondo il Daily Mail ha licenziato su due piedi, con una e-mail, una mamma single, che aveva un orario part-time che le permetteva di accudire i figli, perchè non è voluta passare al full-time. La donna che accusa la ex 'first lady' britannica è la sua ex assistente Louise Allain, 41 anni.

I critici di papa Francesco? Vittime dello stesso gioco mediatico che biasimano
Il giornalista Riccardo Cascioli contro Gnocchi e Palmaro per la scelta del bersaglio delle loro accuse ma precisa: "Troppe interviste del papa generano confusione"
Emanuele D'Onofrio. 19.03.2014. Non c'è dubbio il lavoro pubblicato da Guliano Ferrara Alessandro Gnocchi e Mario Palmaro Questo Papa piace troppo sta facendo parlare di sé. Anche quest'opera ormai gira vorticosamente in quella lavatrice mediatica con la quale papa Francesco – questa una delle principali accuse degli autori - avrebbe l'abitudine troppo mondana e poco sacrale di flirtare assecondando un desiderio di protagonismo personale e smontando l'intoccabile sacralità dell'immagine papale così come si è costruita nei secoli. Una lavatrice questa dalla quale diciamolo pure assai difficilmente si esce senza macchia: e questo paradossalmente ma anche ovviamente sembra essere in qualche modo il destino degli autori sicuramente di Gnocchi e Palmaro che per le loro critiche al papa che come già suggerito su queste pagine dal loro punto di vista corrisponde ad un "atto d'amore" verso la Chiesa Cattolica sono stati rimossi dai loro incarichi di conduzione a Radio Maria. Di certo questo libro ci offre l'occasione per fermare gli orologi per fare un "punto della situazione" ad un anno dal suo inizio su questo papato. Per questo Aleteia si è rivolta a Riccardo Cascioli direttore de La Nuova Bussola Quotidiana. Cosa pensa dell'accusa a papa Francesco di un'eccessiva "connivenza" con il mondo dei mass media? [ ma questa è la virtù di Giovanni Paolo II è un carisma, un dono dello Spirito Santo ]

Cascioli: Io capisco che ci sia anche giustamente un po' di fastidio per un certo modo di presentare il papa: una "papolatria" generalizzata che dà risalto ad ogni aspetto banale. Ad esempio abbiamo visto grandi titoli sul papa che va a trovare i malati come se non fosse mai successo prima quando sappiamo bene che non solo i papi ma anche i vescovi hanno mostrato spesso questo tipo di attenzione. È vero che c'è anche nei giornali cattolici una piaggeria che è fastidiosa e fa male anche al papa. Il papa stesso nell'intervista al Corriere della sera ha detto che non vuole che sia trattato da star. Detto questo però mi pare che Gnocchi e Palmaro siano vittime dello stesso gioco mediatico: se la prendono con il papa presentato dai media e non per quello che lui dice e fa sul serio. Credo che l'esempio più clamoroso sia la loro critica durissima al viaggio di Assisi che è un errore clamoroso se si pensa a ciò che è veramente avvenuto e dimostra un pregiudizio forte nei riguardi di papa Francesco. In quell'occasione egli non ha affatto "ostentato" alcuna povertà: è stata una visita normalissima con molti momenti toccanti in cui anzi Bergoglio ha distrutto l'immagine "santino" che si vuol fare di San Francesco. Addirittura sui giornali si era scritto che il papa avrebbe fatto spogliare i cardinali costringendoli ad un gesto simbolico: ad Assisi invece lui ha preso in giro tutti quei giornalisti quando ha detto: "Spogliamoci tutti ma del nostro peccato". Questo gesto sottolinea la differenza tra il papa presentato dei media e il papa vero che va lì e ti racconta veramente chi era san Francesco. Di tutto questo in Palmaro e Gnocchi non c'è traccia: parlano di lui come se avesse fatto tutto quello che La Repubblica aveva annunciato nei giorni precedenti. Sono vittime loro stessi di una visione del papa "ingabbiata" nei media.
Ma è vero che il suo essere troppo "persona" tra le persone annienta la sacralità del ruolo del papa?

Cascioli: Mi fa ridere questo modo di giudicare sia da parte di chi lo acclama che di chi lo critica le cose che fa Bergoglio come se fossero novità clamorose quando noi abbiamo avuto non troppo tempo fa un Giovanni Paolo II che ha già scardinato qualunque etichetta. Io ricordo benissimo i suoi inizi quando faceva diventare matti tutti quanti a cominciare dalla sicurezza. Giovanni Paolo II era un ciclone: fece costruire la piscina in Vaticano andava a sciare tutto quello che faceva oltrepassava ogni possibile fantasia. Venivamo allora da papi che raramente uscivano dal Vaticano: per questo la sua fu davvero una rivoluzione altro che quella di papa Francesco. Ma quello che non si perdona a papa Francesco e che non si perdonava a Wojtyla è il fatto che sono esattamente come sono: Bergoglio era così da prete da vescovo e lo è da papa. Lui è sé stesso: il dire che la borsa nera e la croce di ferro siano aspetti studiati a tavolino offende l'intelligenza di chi lo dice. Certo è diverso se pensiamo alla responsabilità di alcune persone che gli stanno intorno che suggeriscono certe sottolineature – le scarpe vecchie la croce di ferro – ai giornali e che per loro motivi vogliono esaltare questo papa cercando di creare una contrapposizione con chi l'ha preceduto.

È vero come sostengono gli autori che "il cuore" di Francesco ha creato una rottura con "la ragione" di Benedetto XVI?

Cascioli: La storia non avanza per rotture ma si creano situazioni che sono l'esito di un cammino. Sicuramente papa Francesco è diverso da chi l'ha preceduto: su questo gioca il suo carattere personale e la sua cultura sudamericana. Quello che conta è il papato: al singolo papa si chiede di trasmettere la fede così come è stata tramandata dagli Apostoli ovviamente sapendo che poi ci sono sottolineature e aggiustamenti perché la Tradizione si affianca alla Scrittura. Su questo il Cristianesimo è diverso dall'Islam dove tutto si è fermato alla seconda. E questo papa sicuramente dimostra una sensibilità diversa da Benedetto XVI come ad esempio della questione anche molto equivocata dai giornali dei principi non negoziabili. C'è un modo diverso di porsi. Ma pensare che questa sia una rottura col passato sembra solo un wishful thinking di qualcuno che vuole prendersi qualche rivincita. Voglio scendere nei dettagli: c'è un libro recente di Renzo Guccetti I veleni della contraccezione che fa un excursus sul pontificato di Paolo VI. È interessante notare qui un parallelo storico con papa Francesco: con Paolo VI subito dopo il Concilio si crearono aspettative sul fatto che sarebbero cambiate tante cose anche in fatto di dottrina. Sappiamo che c'erano delle spinte da parte di chi voleva rivoluzionare tutto. Quando nel 1968 uscì l'Humane Vitae queste speranze crollarono e Paolo VI fu massacrato dagli stessi che fino a quel momento lo avevano portato su un palmo di mano. Oggi guarda caso si sta ripetendo la stessa cosa e l'obiettivo è il Sinodo sulla Famiglia. Alcuni cardinali tedeschi non è un caso parlano già di cancellare l'Humane Vitae: c'è chi sta cercando una rivincita su quell'enciclica. Si stanno creando grandi attese con l'obiettivo di cambiare la dottrina sulla famiglia e si sta provando ad ingabbiare papa Francesco in questa logica di contrapposizione con chi l'ha preceduto.
E che pensa delle critiche alle prese di posizione del papa sulla dottrina?

Cascioli: Con Gnocchi e soprattutto con Palmaro devo dire di essere d'accordo su tante cose soprattutto sul livello di confusione totale che c'è nella Chiesa. Loro se la sono presa direttamente col papa io credo che sbaglino obiettivo perché sono nella Chiesa le forze che creano confusione che hanno costituito una sorta di Chiesa parallela protestante ma sotto l'insegna della Chiesa Cattolica. Basta vedere cosa sta succedendo in Germania in Svizzera in Austria dove per decenni hanno costruito un Magistero parallelo e oggi pensano di poter portare il papa su queste posizioni.

Cosa pensa di chi come Massimo Introvigne sostiene che la posizione di Gnocchi e Palmaro sia "scismatica"?

Cascioli: Non è che qualsiasi cosa che un papa faccia vada seguita. Se il papa dice alcune cose specie in un'intervista giornalistica il suo modo di esprimersi può essere anche spiazzante specie se parliamo alla lucidità e alla logica di chi l'ha preceduto. Ciò che dice un papa si può anche discutere anche nelle modalità ma non si può pensare come fanno Palmaro e Gnocchi che ci possa essere una tradizione della Chiesa che va difesa perché minacciata dal papa. Per il Catechismo è il papa il garante della Tradizione; la Tradizione non è semplicemente ciò che diventa di uso generale è il papa che gli dà un valore per tutta la Chiesa oggi e nei secoli. Creare questa sorta di antagonismo tra la Tradizione e quello che dice il papa è molto pericoloso perché va contro lo stesso Catechismo della Chiesa Cattolica. In questo credo che il loro libro crei un ulteriore motivo di confusione perché non si capisce più cosa è Magistero e cosa non lo sia. Magistero è l'Enciclica non l'intervista a Scalfari ma neanche l'omelia a Santa Marta. In ogni caso però tutto quello che dice il papa va letto alla luce del Magistero: fa sempre fede quello che c'è nell'Enciclica è quella che ti toglie i dubbi. Allo stesso tempo però bisogna riconoscere che hanno posto delle questioni che non si possono liquidare come fa Introvigne ma che possono essere discusse.
Qual è se c'è il problema legato alla comunicazione?

Cascioli: Un problema c'è ed è quello che l'Enciclica non la legge nessuno mentre l'intervista a Scalfari e a De Bortoli anzi i titoli dell'intervista li leggono in tantissimi. Allora diventa importante che il papa e chi gli sta vicino tengano presente il problema della comunicazione. Tu puoi scrivere nell'Enciclica una cosa importante ma poi su La Repubblica esce il titolo "Dio non è assoluto" che contraddice quello che la Chiesa dice da duemila anni e crolla tutto. Si pone un problema sul modo di comunicare: se io comunico molto attraverso interviste poi aumenta il rischio di essere frainteso. Ma chi ha la pretesa di spiegare agli altri cosa il papa pensa come fanno Gnocchi e Palmaro deve guardare a tutto quello che dice e che fa non può limitarsi a guardare una parte solo per far polemica. Così non si coglie la verità.


Sei cristiano? Non ti assumo. Jamie Haxby ha fatto causa a un hotel di Londra che si è rifiutato di assumerlo a causa della sua fede. Corrado Paolucci. 14.03.2014
Si può tranquillamente chiamare "discriminazione da XXI secolo". L'ultimo caso proviene da Londra dove un graphic designer cristiano Jamie Haxby ha fatto causa a un hotel che si era rifiutato di assumerlo a causa della sua fede.
Caso senza precedenti
Questo caso il primo in Gran Bretagna è sorto semplicemente perché come scrive La Stampa del 14 marzo Jamie Haxby è cristiano. L'hotel si è difeso dicendo che è stato scelto un candidato con maggiore esperienza. Haxby però non si era rassegnato ed aveva subito aperto una procedura al tribunale dell'impiego di East London. "Sono stato discriminato ingiustamente per ragioni relative alla mia fede cristiana" ha detto.
Il colloquio incriminato
Il 4 dicembre 2012 Celie Parker manager dell'hotel aveva fatto il colloquio al giovane designer per un lavoro part-time. Proprio durante il colloquio la manager ha notato che il portfolio di Haby conteneva diversi modelli che aveva disegnato per alcune chiese. A quel punto la Parker gli avrebbe detto che altre persone del suo team erano atee e che non avrebbero mai potuto lavorare con un cristiano perché la sua fede poteva turbare l'equilibrio tra i colleghi. Haxby dice di essersi molto irritato. Alla fine la Parker gli ha detto che le dispiaceva di averlo chiamato per il colloquio e si è scusata per avergli fatto perdere del tempo.
Causa vinta e soldi donati
Il tribunale ha dato ragione a Jamie Haxby. Il giovane designer con i soldi ottenuti dalla causa vinta ha compiuto un gesto di grande solidarietà devolvendo l'indennizzo a un'organizzazione assistenziale.


Ci sono tanti modi per fare penitenza dei peccati almeno 10 dice Sant'Antonio
Una guida per la Quaresima. Cantuale Antonianum 18.03.2014 © Public Domain
Il nostro caro sant'Antonio santo veramente adatto alla Quaresima perché - come tutti i santi francescani - sempre dedito alla conversione e alla penitenza ci spiega almeno dieci modi diversi per dedicarsi a qualche esercizio penitenziale. La "disciplina della mortificazione" sebbene faticosa non dev'essere per forza noiosa! La fantasia dei santi può aiutare anche noi a scegliere qualche modo adatto per preparaci alla Pasqua oppure a renderci conto che ciò che già facciamo ha un valore aggiunto se lo offriamo con intenzione di riparazione per i peccati:
Come nelle mani ci sono dieci dita così dieci sono le specie di mortificazione:
1. La rinuncia alla propria volontà
2. l'astinenza dal cibo e dalla bevanda
3. la rigorosità del silenzio
4. le veglie di preghiera durante la notte
5. l'effusione delle lacrime
6. il dedicare un congruo tempo alla lettura
7. darsi da fare con fatica del corpo
8. la generosa partecipazione alle necessità del prossimo
9. il vestire dimessamente
10. il disprezzo di se stessi.
S.Antonio di Padova Serm. Dom. di Pentecoste


Secondo Google cresce l'individualismo e diminuisce la solidarietà [ ma l'isolamento di internet può dare vita ad una nuova forma di mnachesimo della grazia.]
Uno studio sulle espressioni scomparse rivela che la "logica efficientista" ci sta rendendo più individualisti e competitivi e meno educati
Lucandrea Massaro. 19.07.2013. E' di qualche giorno fa la pubblicazione di un articolo sulla scomparsa di alcune parole e concetti così come di prassi comportamentali dalla vita quotidiana. In uno studio di google apparso sul Washington Post e ripreso dal Corriere della Sera il nostro lessico sembra impoverirsi di "solidarietà" e arricchirsi di "individualismo". Ma è così? E cosa comporta davvero per noi? E' un fatto di costume o c'è qualcosa di più profondo? Aleteia ne ha parlato con la professoressa Raffaella Petrilli docente di Semiotica all'Università della Tuscia e di Filosofia antica presso il Pontificia Università Antonianum di Roma.
Professoressa Petrilli le trasformazioni sociali cambiano la percezione del mondo e dunque le parole per raccontarlo ma è anche vero l'inverso cioè l'uso di alcune parole e non altre trasforma il nostro modo di vedere le cose. Le parole influiscono sulla realtà? Petrilli: Il rapporto tra le parole e il mondo è forte e complesso per essere descritto in breve senza rischiare l'imprecisione. Lei mi chiede in che senso va questo rapporto: se va dalle parole al mondo cioè se il nostro modo di parlare o le parole che usiamo trasformano il nostro modo di vedere il mondo. Per rispondere mi permetta di distinguere tra linguaggio e parole e di fare due esempi.
Di recente la paleontologia ha formulato l'ipotesi che se tra tutte le specie di ominidi che sono esistite solo la specie "Sapiens Sapiens" è riuscita a non estinguersi è perché solo l'Homo Sapiens Sapiens possedeva un cervello capace di combinare la pianificazione di azioni complesse con il linguaggio cioè con la capacità di comunicare le idee da un individuo ad un altro del gruppo. I Neanderthal gli Ergaster o gli Erectus non lo hanno fatto non avevano il cervello adatto e si sono estinti. Ecco un bell'esempio di quanto il linguaggio incida sulla nostra realtà in modo radicale direi.
Il secondo esempio è questo. Il linguaggio segue la complessa realtà contemporanea: persone cose oggetti attività semplici e complesse con i loro nomi altrettanto semplici (forchetta) o altrettanto complessi (osteosintesi). Ma il linguaggio non è fatto solo di parole è fatto di comportamenti linguistici diversificati (scrivere leggere parlare in pubblico alla radio scrivere/leggere discorsi relazioni bilanci etc.). Per sintonizzarci con la realtà dovremmo essere in grado di gestirli tutti con abilità e penso soprattutto ai giovani che in questa realtà devono riuscire a inserirsi. Come riuscirci? Con una buona seria alfabetizzazione che significa accesso al linguaggio competenza nella lettura e scrittura così come nella parola parlata. Ma i dati ci dicono che più della metà degli italiani è ancora formata da "analfabeti funzionali" (leggono ma non capiscono e infatti come si sa non leggono e guardano la tv...). Al 60% degli italiani analfabeti funzionali il mondo sfugge si sottrae. Non possono interagire interpretarlo capirlo. Restano ai margini.
Se usiamo meno le parole riguardanti la sfera comunitaria che ne è dei rapporti sociali?
Petrilli: Se si riferisce alla notizia riportata il 14 luglio dal "Corriere della Sera" dove si legge che «si è scoperto come alcune parole siano lentamente state dimenticate e altre si siano invece imposte nel linguaggio comune...» direi proprio che non è una scoperta e se la vogliamo chiamare così allora è la scoperta dell'acqua calda! Non s'è mai vista una lingua che non perda parole (vecchie) e che non ne accolga di nuove. Mai. Del resto gli autori dell'indagine riferita dal "Corriere" non sono linguisti ma psicologi ed evidentemente hanno poca dimestichezza con le scienze del linguaggio. Detto questo non c'è nessuna prova serie che le parole che denominano la sfera dei rapporti interpersonali siano diminuite in epoca contemporanea. Il problema semplicemente non c'è. E' possibile invece che le modalità dei rapporti interpersonali cambino e cambino anche i modi di parlarne. Questo sì questo è possibile anzi direi ineliminabile.

Viviamo in una società sempre più "1egoistica" eppure il senso di appartenenza a gruppi più vasti non ci abbandona cosa ne pensa?

Petrilli: Penso che il senso di appartenenza sia un dato antropologico e culturale ineliminabile quindi stabile per l'essere umano. Per ragioni biologiche cognitive culturali e sociali l'essere umano è animale sociale e non può non vivere l'appartenenza a un gruppo. Ciò che è vero è che questo profondo e ineliminabile senso di appartenenza trova forme nuove per manifestarsi. Qualche tempo fa circolavano interessanti studi sui molti festival della scienza della letteratura della poesia dell'economia … che si sono diffusi nelle nostre estati recenti. Affollatissimi e molto graditi in ogni parte d'Italia. Perché? Ma perché sono vissuti come attività capaci di realizzare l'"appartenenza" e l' "identificazione" a un gruppo (gli amanti della letteratura della poesia dell'economia della filosofia....). Dunque perché spaventarsi inutilmente? La crisi che stiamo vivendo o rende ancora più egoisti oppure riapre alla collaborazione e alla condivisione. Veniamo da un ventennio molto spostato sull'individuo torneremo a "parlare" di comunità?
Petrilli: La crisi come ogni altro fatto storico concorre a rimodellare lo stato delle cose costringe a rivederlo rielaborarlo a trovare soluzioni nuove. Non migliori o peggiori in assoluto diverse. Di sicuro una crisi grave come quella che stiamo vivendo accelera la necessità di cambiamento e riadattamento e rende ancora più grave la mancanza di strumenti per leggerla capirla pensarla cioè la mancanza di linguaggio e di competenza nel suo uso. Per pensare qualunque cosa anche l'altro e il rapporto che si ha con l'altro serve la capacità di comunicare con l'altro. Ce lo ha insegnato l'Homo Sapiens Sapiens che ha saputo sopravvivere grazie al linguaggio.

L'uomo dei sette silenzi: san Giuseppe nell'arte
Personaggio fisso nei dipinti legati all'Infanzia di Gesù è posto quasi sempre di lato
Àncora Editrice. 19.03.2014
© Public Domain. «E Giuseppe? Giuseppe non lo dipingerei. Non mostrerei che un'ombra in fondo al pagliaio e due occhi brillanti. Poiché non so cosa dire di Giuseppe e Giuseppe non sa che dire di se stesso. Adora ed è felice di adorare e si sente un po' in esilio. Credo che soffra senza confessarselo. Soffre perché vede quanto la donna che ama assomigli a Dio quanto già sia vicina a Dio. Poiché Dio è scoppiato come una bomba nell'intimità di questa famiglia. Giuseppe e Maria sono separati per sempre da questo incendio di luce. E tutta la vita di Giuseppe immagino sarà per imparare ad accettare». Jean Paul Sartre
«Io non conosco uomo» dice Maria all'angelo Gabriele che le annuncia la futura nascita di Gesù (Luca 1 34). Maria "discute" con l'angelo e dal suo punto di vista assolutamente umano gli fa notare che ciò che ha appena udito è impossibile: lei appunto «non conosce uomo». Se tra Maria e l'angelo annunciante si apre un dialogo quelli di Giuseppe sono solo pensieri che combattono nel segreto del cuore davanti all'improvviso turbinio di eventi in cui si è trovato. La consapevolezza della sua totale estraneità nei confronti della gravidanza di Maria si scontra con l'obiettività dei fatti ma anche con la fiducia piena e totale nei confronti della sua sposa e sicuramente con un grande senso di colpa per non averla saputa difendere. Ma fin dal primo momento anche quando fatica a comprendere Giuseppe che era «giusto» si mette dalla parte di Maria obbedendo ad una giustizia che non è quella del suo tempo quella dei rabbini ma quella del cuore.
Quanto silenzio e quanta solitudine intorno e dentro a quest'uomo che si trova ad affrontare una situazione che non sembra avere vie d'uscita! Come Maria anche Giuseppe si trova di fronte ad una situazione sconcertante ed incredibile ma davanti a lui non appare un angelo a cui chiedere spiegazioni o da cui ricevere rassicurazioni: Giuseppe è solo e in silenzio prende le sue decisioni. Quando l'angelo verrà verrà in sogno ad indicargli la strada senza attendere risposte. Ecco la grande differenza tra i due sposi: di Maria conosciamo le parole di lui solo i fatti l'obbedienza e il silenzi. Nei Vangeli "canonici" riconosciuti cioè dalla Chiesa Giuseppe non parlerà mai.
La storia dell'arte è ricca di raffigurazioni di san Giuseppe personaggio fisso dei dipinti che propongono gli episodi dei Vangeli dell'Infanzia canonici e apocrifi. Il santo però è posto quasi sempre di lato: Giuseppe è figura "marginale" in una posa che è quasi una trascrizione per immagini dei suoi famosi silenzi
Proprio il tema del silenzio ˗ non semplice assenza di parole bensì espressione di stupore per il manifestarsi inaspettato di un Dio che si fa uomo ˗ è il filo conduttore del libro interamente illustrato di Zaira Zuffetti "L'uomo dei sette silenzi" (Àncora Editrice 2012) quasi una "vita per immagini" di San Giuseppe. Una vita scandita in sette momenti che commentano alcune opere celeberrime (come i due dipinti di Georges de La Tour o le scene "cinematografiche" di Giotto nella Cappella degli Scrovegni) ma anche meno note o addirittura sorprendenti come il Compianto su Cristo morto di Lorenzo Lotto in cui Giuseppe è presente sul Calvario contrariamente alla tradizione devozionale e iconografica che racconta il suo trapasso confortato da Maria e da un giovanissimo Gesù.
Sette momenti scandiscono l'esistenza di Giuseppe accompagnati da altrettanti silenzi: il silenzio delle nozze; il silenzio di una paternità; il silenzio del Natale; il silenzio nel Tempio; il silenzio dell'esilio; il silenzio di Nazareth; il silenzio della morte. Opere di Giotto De La Tour Bruegel Rublev Lotto Mantegna Murillo e altri grandi artisti ci raccontano in questo prezioso volume la sua scelta silenziosa «perché nessuna parola al mondo è in grado di esprimere lo sconcerto dell'animo il travaglio del dubbio ma anche l'indescrivibile pathos e l'esaltazione di un'esperienza appunto ineffabile come quella da lui vissuta».
Scrisse Giovanni Paolo II: «San Giuseppe è stato chiamato da Dio a servire direttamente la persona e la missine di Gesù mediante l'esercizio della sua paternità: proprio in tal modo egli coopera nella pienezza dei tempi al grande mistero della redenzione ed è veramente ministro della salvezza». Parole significative per la missione di ogni padre che diventa non solo custode della vita delle creature che Dio manda sulla terra ma anche aiuto indispensabile per scoprire e poi portare a termine il disegno divino che è celato in ciascuna di esse.
sources: Àncora Editrice

Alla ricerca della festa perduta. Presentato un ddl per il ripristino di 5 festività: San Giuseppe Ascensione Corpus Domini Santi Apostoli Pietro e Paolo e il lunedì dopo la Pentecoste. Aleteia. 03.02.2014. Lifeteen. [ marginalizzazione della società cristiana per la nascita del gender satanico! ] In un momento storico in cui l'Europa sembra dimenticare le proprie radici e la propria identità culturale spunta un ddl per il "Ripristino delle festività soppresse agli effetti civili". Si tratterebbe di 5 festività abolite più di 30 anni fa: San Giuseppe (19 marzo) Ascensione (29 maggio) Corpus Domini (19 giugno) Santi Apostoli Pietro e Paolo (29 giugno) e il giorno di lunedì seguente la Pentecoste. Il ddl proposto dalla senatrice Paola De Pin parte da una considerazione importante: il nostro è un paese di antica e profonda cultura religiosa. Infatti prima del 1976 lo Stato riconosceva queste date come giorni festivi agli effetti civili Poi durante l'anno seguente vennero espressamente soppresse nella cadenza infrasettimanale diversa dalla domenica l'Epifania (poi reintrodotta nel 1985) San Giuseppe l'Ascensione il Corpus Domini i Santi Pietro e Paolo. Le ragioni di questa mossa? Una "negativa incidenza sulla produttività sia delle aziende che dei pubblici uffici". Ed è proprio per dare un cambio di rotta alla difficile situazione del Paese che la senatrice De Pin porta avanti questa proposta sottilineandone il senso: "ridare significato alla tradizione popolare" aggiungendo che queste festività saranno importanti per far ripartire l'economia in particolare in alcuni settori come turismo e tempo libero.


Attacco ONU alla Chiesa: si alza l'asticella di una guerra ideologica e dottrinale
Il rapporto del Comitato per i Diritti del Fanciullo fondato su osservazioni per lo più superficiali e contraddittorie è un esempio di ingerenza dottrinale che ha radici profonde. Emanuele D'Onofrio. 08.02.2014. © Filippo MONTEFORTE / AFP
Ai tempi della scuola chi non si è imbattuto nei propri libri di storia in lunghi capitoli che raccontavano del "secolarismo" della Chiesa pronti a combattere gli Stati d'Europa per difendere o ampliare i territori dello Stato Pontificio? Ai giorni nostri invece ci siamo abituati ad assistere al fenomeno opposto e cioè ad un costante assedio da parte del "pensiero unico" laico ai territori che la Chiesa ancora conserva come i propri quelli ideali della morale e della dottrina. Il rapporto del Comitato per i Diritti del Fanciullo diffuso il 5 febbraio scorso un documento di sedici pagine che vuole valutare la conformità dello Stato della Città del Vaticano rispetto alla Convenzione ONU sui Diritti dell'Infanzia è solo l'ultimo attacco e di certo il più eclatante che arriva dal pulpito laico più condiviso del pianeta. Il rapporto giunge in risposta all'audizione tenuta da monsignor Silvano Tomasi il 14 gennaio scorso che presentava – atto richiesto a tutti gli Stati firmatari – i progressi della Santa Sede nell'applicazione della Convenzione che ricordiamo la Santa Sede ha firmato nel 1990. Ebbene il rapporto del Comitato per la sua durezza costruita soprattutto su pregiudizi faziosità e lacune ha indotto molti osservatori a riconoscere un forte elemento di "cattofobia" da parte delle Nazioni Unite. Questo atteggiamento ha radici lontane e ci chiede di analizzare il documento in profondità.
Se guardiamo la carta d'identità del Comitato per i Diritti del Fanciullo scopriamo che si tratta di un gruppo di 18 persone elette dai membri firmatari della Convenzione che lo statuto dell'ONU definisce "indipendenti" "di carattere altamente morale" e "di riconosciuta competenza nel campo dei diritti umani". L'aggettivo "indipendente" stabilisce che questi esperti esprimono posizioni personali non vincolanti e non rappresentative dei Paesi di provenienza (tra questi va notato ritroviamo l'Arabia Saudita e la Federazione Russa nazioni tutt'altro che limpide in tema di diritti umani). La guida di questo comitato è affidata a Susana Villarán sindaco di Lima cattolica conosciuta per le sue vivaci campagne condotte contro i vescovi del suo Paese a favore del matrimonio omosessuale dell'aborto e delle questioni legate al genere campagne che includono partecipazioni a gay pride e simbolici matrimoni omosessuali (non legali in Perù) celebrati presso il suo comune. Insomma per comprendere le ragioni di questo atteggiamento anticattolico in seno all'ONU occorre guardare alle basi del funzionamento dei suoi organismi. In merito a questo il direttore di La Nuova Bussola Quotidiana Riccardo Cascioli intervistato da Aleteia ha dichiarato: "In realtà oggi all'ONU il vero potere ce l'hanno in mano le agenzie: queste sono più di 40 vanno dall'UNICEF all'Organizzazione Mondiale della Sanità per citare solo le più note. Nel corso degli anni questi programmi commissioni e agenzie hanno acquisito un potere importante in quanto agiscono sul territorio delle singole nazioni e avendo in mano una notevole quantità di fondi comandano anche le operazioni. Tanto per fare un esempio le politiche di controllo delle nascite nei Paesi in via di sviluppo molto si devono al potere di queste agenzie che sono in grado di negare i fondi a quegli stati che non incoraggiano all'uso dei contraccettivi o all'aborto".
In realtà un numero crescente di governi sta spingendo per una riforma delle Commissioni ONU viste con diffidenza proprio a causa dello scollamento che c'è tra i singoli membri (che agiscono da privati cittadini) e le politiche degli Stati di provenienza ma anche a causa di una tendenza di questi organismi a spingersi ben al di là della loro funzione originaria che è quella di controllare l'applicazione delle Convenzioni da parte dei Paesi firmatari. Continua infatti Riccardo Cascioli: "Quello che sta accadendo negli ultimi anni è che queste commissioni come quella dei Diritti del Fanciullo stanno andando molto al di là di quello che sarebbe il loro mandato cercando di condannare ed esercitare pressioni anche su questioni che non spetterebbero a loro. Questo avviene perché questo 'sistema delle agenzie' tra cui sono le Commissioni è composto da burocrati personaggi funzionari che vengono eletti dagli Stati. Soprattutto c'è stato a partire dagli anni Sessanta una forte infiltrazione di lobby molto interessate o al controllo delle nascite oppure alle questioni del femminismo all'aborto ecc. Oggi in realtà queste agenzie sono di fatto tutte in mano ad una lobby molto potente che è riuscita di fatto a convogliare un'enormità di fondi internazionali per lo sviluppo per aiuti umanitari ecc. in battaglie che sono invece l'agenda del radicalismo femminista dei gay e su altri argomenti di questo tipo".
Questa lettura ci spiega se spostiamo l'attenzione sui suoi contenuti perché le 16 pagine di un documento che dovrebbe trattare la materia di diritti dell'infanzia affronti anche tematiche a questa estranee come l'omosessualità o addirittura in contraddizione ed è il caso dell'aborto. Su ognuna di queste il Comitato rileva delle violazioni da parte del Vaticano che viene invitato a dare atto a politiche di riforma. Significativamente la prima questione trattata è quella che appare più lontana dal mondo dell'infanzia e cioè l'omosessualità. Eppure il Comitato non può fare a meno di notare la discrepanza tra la dichiarazione "progressista" rilasciata da Papa Francesco nel luglio del 2013 di ritorno da Rio e le "dichiarazioni del passato della Santa Sede" che contribuirebbero alla discriminazione sociale e alla violenza contro "adolescenti lesbiche gay bisessuali e transgender e dei bambini cresciuti da coppie omosessuali". L'argomentazione riflette un atteggiamento assunto regolarmente negli ultimi tempi da parte dei nemici della Chiesa e cioè la strumentalizzazione della novità incarnata dal discorso di Papa Francesco in funzione anti-Vaticano. In realtà come lo stesso don Fiorenzo Facchini ha ripetuto ad Aleteia nella sua intervista di due giorni fa il "chi sono io per giudicare?" di Francesco va riferito alle persone non ai loro comportamenti. L'attuale Pontefice insomma non va considerato un moderno e modernista "picconatore" della dottrina morale cattolica come è stata concepita fino ad oggi dottrina che egli non ha mai inteso scardinare e alla quale invece il Comitato non risparmia un attacco che sa tanto di ingerenza "etica". Cascioli rileva: "E' certo che certe affermazioni di Papa Francesco ben comprensibili all'interno di un anelito di incontro con gli altri sono volutamente strumentalizzate per far credere che la Chiesa stia cambiando dottrina. A questo contribuiscono alcune forze all'interno della Chiesa che guarda caso si prefiggono la stessa agenda dei nemici esterni su quei temi: tra questi ci sono l'episcopato tedesco quello austriaco e quello svizzero". Un secondo aspetto su cui la Chiesa è criticata e qui entriamo nella questione del gender riguarda il suo modo di comunicare e definire i ruoli maschile e femminile nel linguaggio ancora impigliato negli stereotipi di genere soprattutto nei testi scolastici e incline a promuovere "complementarietà e uguaglianza di dignità" due concetti contrari al "pensiero unico" che la Convenzione intende instaurare.
Un'altra questione evidenziata è quella dei sequestri e del traffico di persone che viene accompagnata da una rapida menzione dei casi avvenuti nel passato in Spagna e nelle case Magdalene in Irlanda (raccontate nel discutibile film di Peter Mullan di qualche anno fa). In realtà i casi menzionati per quanto ritenuti all'ordine del giorno dal Comitato riguardano il passato e questo il documento sembra ignorarlo dato che la chiusura dell'ultima casa Magdalena risale a quasi vent'anni fa. Per chiederle di astenersi dal promuovere comportamenti violenti verso i bambini esso suggerisce alla Chiesa di attenersi ad una "corretta interpretazione delle Scritture" nei suoi precetti e nei suoi insegnamenti mostrando una straordinaria fiducia e disinvoltura nei confronti delle proprie competenze esegetiche.
Il quarto punto la pedofilia è certamente quello bollente ma anche quello su cui il documento tocca le sue vette di pregiudizio nei confronti della Chiesa. Stupisce la grande superficialità con cui il tema del "sexual abuse" è introdotto con riferimenti vaghi a "decine di migliaia di bambini" colpiti in tutto il mondo. Le osservazioni poi sulle politiche di copertura dei preti pedofili sembrano basarsi su casi piuttosto datati e nella loro accusa "di non aver assunto le necessarie misure" per proteggere i bambini non prendono per nulla in considerazione il Rapporto presentato da monsignor Tomasi meno di un mese fa e che descriveva gli strumenti approvati negli ultimi anni per far fronte a e sono parole del Rapporto questo "triste fenomeno". In realtà come racconta il libro Pedofilia. Una battaglia che la Chiesa sta vincendo (Sugarco Milano 2014) di Massimo Introvigne e Roberto Marchesini (recensito su Aleteia) la Chiesa fin dal 1995 ha cominciato a prendere atto del fenomeno mostrando una continuità che unisce Giovanni Paolo II Benedetto XVI (che solo nel biennio 2011/2012 ha ridotto allo stato laicale 400 sacerdoti accusati di abusi) e ora Francesco. Eppure a dispetto della gravità del problema Cascioli fa osservare come esso sia ridotto dai "cattofobici" a semplice pretesto: "Come si elimina la Chiesa? Soprattutto screditandola. Per questo la pedofilia diventa un pretesto per fare questa battaglia contro la Santa Sede. Questo è anche paradossale perché magari sono le stesse lobby che da un'altra parte cercano di promuovere la pedofilia di far sì che vanga accettata perché sappiamo che a livello internazionale dopo l'omosessualità si sta cercando di trasformare anche la pedofilia in uno dei tanti orientamenti sessuali possibili: questo succede in Olanda ma anche in Italia ad esempio dove i radicali si stanno battendo perché venga abbassata l'età per il consenso dei rapporti sessuali o addirittura di eliminarla completamente".
Le ultime due questioni toccate dal documento hanno a che fare con la cosiddetta "salute riproduttiva" concetto ambiguo contro il quale nel luglio del 2012 si era scagliata l'on. Binetti in Parlamento che con un'interrogazione puntualizzava come non si potessero accomunare come invece avviene la promozione materno-infantile con la contraccezione (preventiva e d'emergenza) e l'aborto. Riprendendo quella definizione il Comitato chiede alla Chiesa di rivedere "la sua posizione sull'aborto con urgenza" intervenendo sul Codice di Diritto Canonico e di "garantire agli e alle adolescenti l'accesso alla contraccezione". Proprio Papa Francesco citato più volte nel documento come difensore di una visione "progressista" ma qui "stranamente" ignorato nella sua esortazione apostolica "Evangelii Gaudiuum" ha escluso la possibilità che la Chiesa riveda la sua posizione dottrinale sulla difesa della vita umana la quale non può pagare il costo di alcun presunto tentativo di modernizzazione. "Del resto – ricorda ancora Cascioli - bisogna tener conto che "la Convenzione nel preambolo sottolinea che il fanciullo va difeso "prima e dopo la nascita". Quindi di per sé sarebbe l'opposto di quello che questa Commissione sostiene. E poi chiede che la Chiesa cambi la Dottrina su queste cose quindi si tratta di un attacco alla libertà religiosa che non riguarda soltanto la Chiesa ma riguarda tutti. C'è un affermarsi di un'ideologia fortemente statalista in cui lo Stato entra dentro qualunque aspetto della vita della Chiesa". In poche parole l'unico aspetto che con i suoi pregiudizi e le sue evidenti ingerenze questo documento sembra rivelare è l'urgenza di una riforma dei meccanismi e delle strutture partorite in seno al massimo organismo mondiale con sede a New York.

+RationalConclusion Islam in it's very nature is not divisive; it brought people together. From the tribes of Arabia to Indonesia to Morocco it created a civilization that was at the forefront of science math art literature etc for hundreds of years.

The Muslim world today is caught in a trap of jahiliyyah (ignorance). Nationalism ethnic rivalries despotism monarchies sectarianism misogyny religious puritanism etc all plague the Muslims. But these are modern developments and don't …

http://www.youtube.com/watch?v=ANR36gW3S_o&google_comment_id=z13quxvzzoiahh3rk04chdjrrrr5d5chee0&google_view_type#gpluscomments
Nuovo Commento sul video di Tuo
orrore Muhammad è l'Inferno era un falso profeta

Nasser Bawab
Im un ragazzino musulmano e mi fa davvero triste vedere così tante persone dicono che i musulmani dovevano essere all'inferno e che sono state fatte da satana perché non eravamo così si prega di smettere di ringraziare le persone che aiutano i musulmani come me e non credo che siamo cattivi perché non tutti sono cattivi e hanno bisogno di andare all'inferno
Nuovo commento sul tuo video
horror Muhammad is in the Hell was a False Prophet
Nasser Bawab
Im a little Muslim kid and it really makes me sad to see so many people say that Muslims were meant to be in hell and that they were made from satan because we were not so please stop thank you to the people who help Muslims like me and don't think we're bad because not all are bad and need to go to hell

+ RationalConclusion
Sei stato demonizzare persone di religione poiché il vostro primo post e poi si hanno le palle per dire che la sua gente religiosa provocando la divisione. Il vostro ego è il vostro dogma.
+RationalConclusion
You've been demonising people of religion since your first post and then you have the bollocks to say that its religious people causing division. Your ego is your dogma.

+RationalConclusion Humans create dogma with or without religion. http://shadowtolight.wordpress.com/2013/09/12/hundreds-of-atheists-sign-petition-against-dawkins/

Don't forget we as humans have to also create law and order. How many differences of opinions do you think we'll have on that?
Visualizza o commenta il post di RationalConclusion »

Un newyorkese su cinque, sotto la soglia di povertà. NEW YORK. [ TUTTO IL MALESSERE DELLA PERVERSIONE DI INGIUSTIZIE CHE IL SISTEMA MASSONICO E BANCARIO HA DIFFUSO.. IL SATANISMO] La crisi ha notevolmente colpito anche New York, dove un numero sempre crescente di persone lotta quotidianamente per sfamare se stessi e la propria famiglia. E quasi un cittadino su cinque, pari a poco meno di un milione e mezzo di individui, per
mangiare conta sulla carità e sulle mense dei poveri. Si tratta di duecentomila
persone in più negli ultimi cinque anni, mentre il numero dei residenti che si affidano al programma federale dei buoni pasto, dal 2008 a oggi, è cresciuto da 1,3
a 1,8 milioni. Secondo quanto riporta il «Daily
News», le due mense più grandi della metropoli, la City Harvest e
Food Bank for New York City, forniscono
circa cinquanta milioni di chilogrammi di cibo l'anno per i
poveri. Ma gli operatori spiegano che ora non è abbastanza. «C'è
stato un aumento enorme delle persone in stato di bisogno, che si
rivolgono a noi perché si trovano in una situazione di emergenza» ha
spiegato il direttore esecutivo dei novanta punti ristoro gratuiti gestiti
dalla Catholic Charities dell'arcidiocesi di New York. «Tante persone,
troppe persone — ha aggiunto — non hanno abbastanza soldi per
pagare l'affitto e per mangiare». Il presidente della Food Bank
for New York City ha invece sottolineato
che il gruppo più numeroso di persone che si presenta alla
mensa per mangiare è costituito da donne di età superiore ai 50 anni.
Secondo gli ultimi dati, New York è stata una delle città più colpite
dall'ondata di povertà che ha seguito
la crisi negli Stati Uniti. Le conseguenze si vedono anche in altri
settori: dal calo delle assicurazioni sanitarie, alla diminuzione
del numero e del valore degli immobili
acquistati. Cresce anche il numero dei giovani che vivono a
casa dei genitori.

TERRORISTICHE agenda USA 666

SUA SANTITà PAPA FRANCESCO ] tu sputa IMAM sharia OBAMA GENDER, la abominazione dell'Anticristo in un occhio.

PRESIDENTE MATTEO RENZI ] i farisei massoni USA: Rothschild 322 Bush NWO, hanno progettato il Califfato di Roma e Gerusalemme, quindi, hanno previsto il genocidio di tutti gli israeliani, io voglio in Sicilia, una base aerea ed una base navale totalmente israeliani! 

IRAN hitler sharia, HA DETTO: "la mia Difesa non è da mettere in discussione!" io ho risposto: "tu puoi fare una difesa nucleare con questo cattivo accordo!".. IRAN mi ha detto: "e che differenza c'è, tra me ed hitler sharia: Turchia, Arabia Saudita e Pakistan?" io ho risposto: "ovviamente, anche se loro hanno un complotto, per uccidere Israele, ed il genere umano, tuttavia, loro non lo vanno dicendo in giro con la loro galassia Jihadista sharia, che, non può mai meritare un efficace attacco di terra, almeno finché tutti i cristiani, e tutti gli sciiti, non hanno subito il genocidio!"
AL-QAEDA SAUDITI islamici Erdogan Iran? una sola sharia! UCCIDILI TUTTI SUBITO, O MUORI IN SILENZIO, NON TI LAMENTARE!

ovviamente questa è una mostruosità tutta islamica, di Maometto il Falso profeta, QUINDI LA LEGA ARABA, ERDOGAN, SAUDITI, ECC.. TUTTI GLI ASSASSINI, RAZZISTI E VIOLATORI DEI DIRITTI UMANI, LORO TUTTI RISPONDERANNO A DIO E AL MONDO CIRCA LA LORO CORROTTA RELIGIONE ] Isis a residenti Sirte, consegnateci le vostre figlie. "Decapiteremo i ribelli dell'opposizione dopo la preghiera del venerdì, gli abitanti di Sirte consegnino le loro figlie ai combattenti che le sposeranno".

tutti i martiri cristiani schiavi dhimmi sono stati: stuprati derubati abusati torturati umiliati uccisi, da superiore razza maomettana sharia!
==============
NEL DONBASS SI CONTINUA A MORIRE perché, i nazisti Merkel N.A.T.O., CIA, S.p.A., Troika, non vogliono ritirare le loro truppe di occupazione, e vogliono opprimere e schiavizzare un popolo sovrano, che, si è espresso in modo plebiscitario (dopo un golpe con i cecchini della CIA a Maidan, che, ha invalidato la Costituzione ucraina), quella satanista di un capo massone bestia, la inglese monarchia, di Elisabella II, Gezabele II? lei avrebbe dovuto dire qualcosa, se non avesse già sputato sul popolo, e sulla Croce di Cristo, nella chiesa talmud di Rothschild la sinagoga di satana!


MALEDETTI FARISEI MASSONI! ai coglioni cancerogeni di SATANA: Bush 322 Kerry, IMAM OBAMA GENDER 666 Rothschild NWO, S.p.A. Fmi ] voi diffondete tutto quello che è immorale ] se, la natura umana non fosse decaduta nel peccato originale? poi, Gesù Cristo non avrebbe avuto bisogno di salire su di una Croce santissima! VOI NON AVETE UN ADAMO ED EVA CHE ERANO LIBERI DAL PECCATO ORIGINALE, CHE STAVANO NEL PARADISO TERRESTRE, ED HANNO AVUTO UNA SOLA TENTAZIONE E CI SONO CADUTI IN ESSA! VOI AVETE UNA Umanità CONDANNATA A DISTRUZIONE! [ Ashley Madison, lascia il capo del sito per adulteri. Nord America. Noel Biderman, il Ceo della societa', ha annunciato le sue dimissioni dopo l'attacco hacker che ha esposto milioni di nomi degli utenti ] non potete mettere il bene, a competere con gli stessi strumenti, qualitativi e quantitativi del male, dato che il male ha una prevalenza nell'uomo, ed il sistema massonico S.p.A. Fmi NWO è il regno di satana che, utilizza il potere dei media e del denaro a suo vantaggio! [ quindi i Bildenberg hanno deciso di satanizzare il genere umano e di diffondere l'ISLAM SAUDITA! ] [ è un crimine che la adultera, fa la pubblicità su: [ vodafone.it/...Display_MSN_FibraAgosto ] sulla pubblicità di "sky online" lei dice : "è mio marito che io dovrei scaricare" " poi, sottinteso, dopo avere consumato l'adulterio aggiunge, "ma, quanta forza hai Bruce Willis" Attore americano Bruce Willis dice: "grazie".. ANDATE AVANTI CON SODOMA GENDER ADULTERI, PEDOFILIA, POLIGAMIA, BESTIALISMO, ECC.. voi state distruggendo il popolo perché voi odiate GESù CRISTO nato a Betlemme, e voi volete portare all'INFERNO tutto il genere umano insieme a voi! ] MALEDETTI FARISEI MASSONI!?

aliens abductions , A.I. Gmos Biologia Sintetica, Micro micro chip (cip) DATAGATE ] [] [ QUANDO, IO PRENDO IL TESTO (COPIA INCOLLA ) DA "INTERNET EXPLORER" PER TRASFERIRLO IN WORDPAD, MI VENGONO fuori troppi CARATTERI SPECIALI E CODICI HTML [ correggete la anomalia!

i codici speciali mi sono usciti nell'articolo precedente, cioè, lettere con accenti e punti non di tastiera occidentale [ MALEDETTI FARISEI MASSONI! ai coglioni cancerogeni di SATANA: Bush 322 Kerry, IMAM OBAMA GENDER 666 Rothschild 
NWO, S.p.A. Fmi ]


pagare le tasse è un crimine costituzionale: per un popolo a cui è stata rubata la sua costituzionale sovranità monetaria! ] S.P.A. ROTHSCHILD E MERKEL TROIKA MI DEVONO DELLE SPIEGAZIONI! [ Il Messaggero.it ] venerdì 28 agosto 2015. Le spese per la casa raddoppiano. Famiglie sempre più in difficoltà. (Teleborsa) - Il 42% delle spese delle famiglie italiane va in quelle “obbligate”, a causa della crisi economica e dell'aumento della pressione fiscale che hanno fortemente limitato le disponibilità delle famiglie. 
Il reddito disponibile reale è sceso, infatti, complessivamente, tra il 2007 e il 2014 del 10,6% e del 14,1% in termini pro capite. 

IO HO VENDUTO LA MIA AZIENDA AGRICOLA BIOLOGICA DI ULIVETO 1500 ALBERI, E MI SONO INDEBITATO CON MUTUO IPOTECARIO CON ROTHSCHILD S.P.A. BANCHE CENTRALI STROZZINAGGIO, PER 25 ANNI, TUTTO PER SOSTENERE I MARTIRI CRISTIANI, E NON AVREI MAI PENSATO, che io avrei finito per DIVENTARE: IL MESSIA DEGLI EBREI, E IL GOVERNATORE DI TUTTO IL PIANETA TERRA UNIUS REI! E NON PER AMBIZIONE, MA, PERCHé, è QUESTO, che, RICHIEDEVA LA NECESSITà STORICA DEL MOMENTO PRESENTE! ] ora [ quando si criticano i contadini per il fenomeno del caporalato, per la assenza di copertura integrativa e assicurativa ai contadini e migranti (è vero, è un fatto gravissimo) tuttavia nessuno dice: perché l'uva al produttore viene venduta 20 centesimi, e nel negozio viene venduta a 2 euro, a pochi chilometri di distanza? Quale è il costo della burocrazia in ITalia? LO STATO MASSONICO USUROCRATICO è TOTALMENTE CRIMINALE, una vera mafia istituzionale legalizzata! PERCHé NON HA UNA POLITICA DI PROTEZIONE DELLA AGRICOLTURA, ED IL MINIMO CHE POTREBBE FARE è PAGARE LUI I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI ED ASSICURATIVI A TUTTI I BRACCIANTI AGRICOLI! Perché, con una corretta politica di supporto agricolo, nella agricoltura in Italia? 500000 posti di lavoro potrebbero trovarsi in pochi mesi

anche chi ha sparato a Giovanni PAOLO II era turco, anche Erdogan è turco islamista, e lui come tutti gli islamici ideologia sharia, ha la tendenza naturale ad essere un infame! ] è stato proprio Erdogan a mandare una nave carica di armi in Egitto: dai suoi "fratelli musulmani", perché la intenzione di Erdogan è quella di rovinare l'EGITTO, così come proprio lui ha rovinato IRAQ e SIRIA, dove tutti i cristiani hanno subito il genocidio! [ Bomba Bangkok: arrestato sospetto attentatore, sarebbe turco. L'attentato al santuario Erawan di Bangkok dello scorso 17 agosto ha provocato 20 morti e oltre 100 feriti

non potrebbe mai esistere un IMAM Obama GENDER, che potrebbe permettere l'uso del nucleare ad un terrorista islamico! Qui SI DEVE AGIRE IN FRETTA E FURIA! ] L'Iran cancella il concerto di Barenboim. "Legato a Israele" Medio Oriente. L'Iran ha cancellato il progettato concerto a Teheran del maestro israelo-argentino Daniel Barenboim con la Staatskapelle di Berlino.

QUESTA è UNA PENA MISERICORDIOSA, PERCHé EGITTO E SIRIA DI ASSAD SONO DEI MUSULMANI UMANISTICI! MA, LORO MERITAVANO LA PENA DI MORTE PER ALTO TRADIMENTO INSIEME AI LORO MANDANTI SAUDITI! ] [ Egitto, pena di 3 anni ai giornalisti al Jazeera. L'australiano Peter Greste, l'egiziano-canadese Mohamed Fahmi e l'egiziano Baher Mohammed sono stati condannati in appello da un tribunale del Cairo

PERCHé Egitto e Siria sono rimasti musulmani umanistici nazisti sharia moderati terroristi? [ PERCHé LORO HANNO SAPUTO CONSERVARE I CRISTIANI! ] ma, dove i cristiani se li sono mangiati totalmente? sono diventati le bestie sporche del foro nero cloaca idolo MECCA, tutte le demoniache saudite e turche di sharia allah akbar la galassia jihadista per il mondo Ummah Califfato: morte a tutti gli infedeli! ma, loro sono conosciuti meglio, come la "internazionale islamica" che sono i servizi segreti di OCI LEGA ARABA.

i bastardi ASSASSINI MAOMETTANI di: IMPERIALISMO SHARIA OCI (internazionale islamica) LEGA ARABA, SERVIZI SEGRETI, GALASSIA JIHADISTA? loro rimproverarono l'EGITTO quando fece l'attacco di terra IN LIBIA, per vendicare i Copti martiri cristiani che ISIS sharia aveva sgozzato e dissero: "NOI SIAMO PERSONE SERIE!" ] [ ECCO Perché, TUTTI I BOMBARDAMENTI TURCHI E USA CONTRO ISIS SHARIA CALIFFATO SONO E SEMPRE SONO STATI: UNA TRUFFA! ] è indispensabile, bisogna chiudere la ambasciate USA in tutto il mondo!
CIA 666 NSA DATAGATE CANNIBALI brutte troie ] smettete di bloccare il mio windows 10
KING SAUDI SALMAN ] se, tu vuoi fare il mio amico? io ti prometto che al 99,99%, io non darò mai agli ebrei il Monte del Tempio per costruire il terzo tempio ebraico (ed io ho motivi: politici, umanitari, spirituali e teologici molto importanti per questa mia determinazione )! ma, se tu vorrai continuare a fare liberamente, tutti i tuoi genocidi sharia: che i satanisti farisei massoni ti concedono di fare? tutti gli omicidi sharia, come farebbero i tuoi ISIS sharia, con il tuo perfido indemoniato Maometto profeta? poi, io mi riterrò libero da ogni benevolenza verso di te! 
A TUTTE le troie islamiche di Obama GENDER 322 Bush il gufo JaBullOn talmud farisei massoni Bildenberg, Merkel troika Baal S.p.A. ] RESET yourself, you can will be WELCOME in my holy HOLY HOLY JHWH, born again! i am politica only, i am kingdom of God for universal brotherhood, shalom + salam = blessings too to you and all yours! 

8. se non presta a usura e non esige interesse, ] maledetto l'usurio Rothschild maledetto fariseo rabbino maledetto [Ezechiele 18,6 se non mangia sulle alture (della piramide massonica) e non alza gli occhi agli idoli della casa d'Israele] ok, allora, voi non guardate a Troika MERKEL ROTHSCHILD Gezabele II, SpA Banche CENTRALI: alto tradimento! ] come un fariseo può violare la torà, se il goyim non è un animale dalla forma umana?

come un fariseo rabbino maledetto: del Talmud satanico, come lui può violare la Torà, se, il goyim non è un animale dalla forma umana? ] Le proibizioni che riguardano l’usura nell’Antico Testamento sono:
1) nell’Esodo: "se tu presti denaro a qualcuno del mio popolo, all’indigente che sta con te, non ti comporterai con lui da usuraio: voi non dovete imporgli alcun interesse" [Esodo, 22, 24].
2) nel Levitico: "se tuo fratello che è presso di te cade in miseria ed è privo di mezzi, aiutalo, come un forestiero e inquilino, perché possa vivere presso di te; non prendere da lui interessi né utili; ma temi il tuo Dio e fa vivere il tuo fratello presso di te; non gli presterai denaro a interesse, né gli darai il vitto a usura" [Levitico, 25, 35-37].
3) nel Deuterenomio: "non farai al tuo fratello prestiti ad interesse, né di denaro né di viveri, né di qualunque cosa che si presta ad interesse. [ I SATANISTI MASSONI FARISEI CHE INIZIARONO A COMPILARE IL TALMUD, ERANO I SACERDOTI DEL TEMPIO DI GERUSALEMME, CHE COMPILARONO LA STESURA FINALE DELLA TORà, E QUELLA DELLA USURA è IL MOTIVO PER CUI HOLY JHWH HA DISTRUTTO IL SUO TEMPIO PER LA SECONDA VOLTA!
Allo straniero potrai prestare ad interesse (è UN ATTO DI ALTO TRADIMENTO CONTRO LA PAROLA DI DIO JHWH ), ma non al tuo fratello, perché il Signore tuo Dio ti benedica in tutto ciò a cui metterai mano, nel Paese in cui stai per andare a prendere possesso" [Deuterenomio, 23, 20-21].
I seguenti passi sono esecrazioni e ammonimenti che in vario modo rafforzano i precedenti divieti presenti nel Neemia, nei Salmi, nei Proverbi, in Geremia e in Ezechiele:
+* Neemia esorta i prestatori di denaro a condonare i debiti o a non esigere interessi dai propri fratelli; ma, poiché anche israeliani (con genealogie materne) pagano l'interesse, poi, potranno subire la shoah, ancora una volta Olocausto!
+* nei Salmi viene annunciato che chi presta denaro senza fare usura, abiterà la tenda del Signore; QUINDI I BANCHIERI E I LORO MASSONI E POLITICI COMPLICI, ANDRANNO ALL'INFERNO!
+* Geremia condanna l’usura offrendo il proprio esempio di uomo giusto ai propri fratelli;
+* Ezechiele ammonisce chi presta a usura ed esige interesse, perché non vivrà, costui morirà e dovrà a se stesso la propria morte.
Il tema dell’usura viene indirettamente toccato anche in almeno due passi dei Vangeli, quelli di Matteo e di Luca, nei quali il cristiano viene esortato non solo a concedere prestiti in denaro, ma a farlo senza speranza di riceverne mercede.
http://www.villaggiomondiale.it/usuranellabibbia.htm
============
KING SALMAN SAUDI ARABIA ] che brutti momenti stiamo vivendo, Benjamin Netanyahu aspetta di saccheggiare il cadavere di Rothschild che io ucciderò, perché lui non ha il fegato, per farlo!
==============
Netanyahu: «Italiani, voi sbagliate. Pagate troppe tasse». Il premier all’Expo prende un foglio e traccia la curva di Laffer: ecco dove sbagliate. Il premier all’Expo prende un foglio e traccia la curva di Laffer: ecco dove sbagliate. Esplora il significato del termine: Prima ha sgranato gli occhi: «What?!». Poi ha chiesto una penna e, disegnando un grafico sul retro del foglio con il menù della cena, Benjamin Netanyahu ha improvvisato la lezione di fiscalità.... Ed ecco la domanda a Sala: «Ma lei quanto paga di tasse?». «Mah, circa il 50 per cento. Stupore di Netanyahu: «Come?!». Il premier scuote la testa e chiede a Sala una penna. La discussione si anima e interviene anche Diana Bracco, che è imprenditrice ed è stata ai vertici dell’associazione degli industriali: «Per le aziende è peggio, la tassazione in Italia è altissima».
Arriva il cameriere con la penna e Netanyahu illustra il principio della curva di Laffer (COS’È): su un asse c’è il «tax rate», l’aliquota fiscale e sull’altro le «tax revenues», le entrate fiscali. Se tu tieni al massimo di 100 o al minimo di 0 (zero, ndr) le tasse, quello che incassi è sempre zero. Se tracci però la curva che incrocia i due dati, trovi un punto di equilibrio e verifichi che risali questa curva solo diminuendo le tasse. «Noi abbiamo fatto così — garantisce il premier israeliano — e ha funzionato. Siamo riusciti a tagliare l’aliquota fiscale dal 36 al 25 per cento e gli introiti fiscali sono cresciuti». Netanyahu, che fino al 2005 è stato ministro delle Finanze, garantisce che la teoria funzioni.  corriere.it/economia/15_agosto_29/netanyahu-italiani-pagate-troppe-tasse-grafico-retro-menu


Aereo sparito: forse trovati resti. Australia: 2 oggetti, uno lungo 24 metri, 4 aerei volano su posto.. [ TROVARE L'AEREO NON è MOLTO IMPORTANTE, UNA NAVE, UN SOMMERGIBILE, PUò AVERE TRASPORTATO QUEI RELITTI, FINCHé, NON SI TROVANO TUTTI I CADAVERI? POI, SAPREMO SEMPRE, CHE, SONO STATI GLI USA 666 CIA, 322 NWO. SONO SATANISTI CANNIBALI PER L'ALTARE DI SATANA! GLI USA, HANNO IL CONTROLLO SATELLITARE DEL PIANETA, ECCO PERCHé SI DICE NSA DATAGATE.. QUINDI IL GRANDE FRATELLO CHE è OPERATIVO, RENDE IMPOSSIBILE LA SPARIZIONE DI UN GIUMBO, DAL MOMENTO CHé OGNI PERSONA è MONITORATA, DAI SATELLITI, A MOTIVO DEL SUO CELLULARE ] 20 marzo, Aereo sparito: forse trovati resti. SIDNEY, Due oggetti "eventualmente legati" all'aereo malese scomparso 12 giorni fa sono stati rilevati dai satelliti: lo ha detto il premier australiano Tony Abbott. Uno degli oggetti misura 24 metri, mentre l'altro è più piccolo, ha detto un responsabile dell'Autorità australiana per la sicurezza marittima. Quattro aerei da ricognizione e una nave della Marina australiana si stanno dirigendo sull'area in cui sono stati rilevati gli oggetti.

Crimea sempre stata russa di Vladimir Putin! Il presidente accoglie la penisola nella Federazione nonostante le sanzioni e l'annuncio della sospensione di Mosca dal g8
18 marzo 2014. «La Crimea è sempre stata una parte inscindibile della Russia». Lo ha detto oggi il presidente russo Vladimir Putin intervenendo al Parlamento riunito in sessione congiunta aggiungendo «noi vogliamo un'Ucraina forte stabile pacifica non vogliamo la sua scissione né ci servono altri territori». Il presidente russo durante il discorso al Parlamento. Il leader del Cremlino ha poi ribadito che il referendum di domenica in Crimea si è svolto secondo procedure democratiche e nel rispetto del diritto internazionale citando lo statuto dell'Onu e il precedente del Kosovo ( a cui la secessione ed il genocidio dei cristiani la distruzione di cimiteri monasteri e chiese è stata permessa). Putin ha detto «non vogliamo dividere l'Ucraina non ci serve» e ha sottolineato che quello avvenuto a Kiev è stato un «colpo di Stato»: le attuali autorità non sono legittime ha commentato. Il presidente questa mattina ha firmato con i dirigenti della Crimea e di Sebastopoli, città a statuto speciale, l'accordo per il loro ingresso come nuovi soggetti nella Federazione russa. L'intesa deve essere ratificata con una legge dal Parlamento. Non si è fatta attendere la reazione occidentale. La partecipazione della Russia al g8 è stata sospesa. Lo ha affermato oggi il ministro degli Esteri francese Laurent Fabius. «Per quanto riguarda il g8 come gruppo politico per il dialogo congiunto di tutti i grandi Paesi abbiamo deciso di sospendere la partecipazione della Russia ci sarà un incontro di sette Paesi» ha detto Fabius aggiungendo però che l'invito rivolto per il 6 giugno a Putin in occasione delle celebrazioni per il settantesimo anniversario dello sbarco in Normandia rimane in vigore. ( ma io a questa umiliazione non andrei! ) E mentre il vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden è oggi a Varsavia per consultazioni sulla crisi (incontrerà il primo ministro polacco Donald Tusk il presidente Bronisław Komorowski oltre al presidente dell'Estonia Toomas Hendrik) il ministero degli Esteri ucraino ha chiesto alla comunità internazionale di non riconoscere la separatista Repubblica di Crimea e l'annessione di questa alla Russia.

Giuseppe il profugo. ( è SIMBOLO DELL'EBREO CHE è IN DIASPORA, MA, COME LUI è TORNATO DOPO LA MORTE DI BUSH E KING SAUDI ARABIA, COSì ANCHE TUTTI GLI EBREI DOPO LA LORO MORTE POTRANNO RITORNARE IN PALESTINA. ) Nel passaggio tra l'antica e la nuova alleanza. 18 marzo 2014. La famiglia di Gesù si inscrive subito nel lungo elenco che giunge fino ai nostri giorni e che comprende i profughi i clandestini i migranti. Infatti quando il bambino Gesù ha pochi mesi Giuseppe è presentato in marcia con lui e con la sposa Maria attraverso il deserto di Giuda per riparare in Egitto lontano dall'incubo del potere sanguinario del re Erode. Sadao Watanabe«Fuga in Egitto» (1982) Betlemme è il punto di partenza del racconto. L'imperatore romano Adriano nel II secolo aveva confermato la presenza di un primo culto cristiano attorno a una grotta venerata dai primi cristiani sconsacrandola con un tempietto dedicato ad Adone. Già nel 220 il grande maestro cristiano Origene di Alessandria d'Egitto giunto in Palestina scriveva: «In Betlemme si mostra la grotta dove secondo i vangeli Gesù è nato e la mangiatoia nella quale avvolto in poveri panni fu deposto. Quello che mi fu mostrato è familiare a tutti gli abitanti della zona. Gli stessi pagani dicono a chiunque li voglia ascoltare che in quella grotta è nato un certo Gesù che i cristiani adorano» (Contro Celso i 51). Qui da secoli i cristiani celebrano con fede e gioia il Natale del Signore: il 25 dicembre i cattolici il 6 gennaio gli ortodossi il 19 gennaio gli armeni; date diverse in ricordo di una data ignota di quell'anno, forse il 6 a. C. (è noto che l'attuale datazione dell'era cristiana quasi certamente è erronea), in cui Gesù è entrato nella nostra storia. Anche in questo egli si rivela povero assente com'è dagli annali e dalle anagrafi imperiali. Su di lui anzi si stende subito l'incubo della repressione. Gesù visto dall'occhiuta polizia segreta erodiana come uno dei tanti piccoli pericoli per il potere ufficiale doveva essere subito liquidato. Inizia così per Gesù la vicenda di profugo. Gianfranco Ravasi

[ TUTTE LE FORZE TERRORISTICHE DEL MONDO APPOGGIATE DAGLI USA 666 ] Maduro sgombera la piazza a Caracas. Ma la protesta continua in altre città venezuelane
18 marzo 2014. E alla fine Nicolas Maduro ha tenuto la sua promessa: il presidente venezuelano aveva avvertito i manifestanti antichavisti che dava loro «qualche ora» per ritirarsi da Piazza Altamira epicentro delle proteste nell'est di Caracas. Centinaia di agenti della Guardia nazionale bolivariana (Gnb) sono ieri arrivati sul posto sgomberando le guarimbas («barricate») e arrestando almeno una decina di persone. Il ministro degli Interni Miguel Rodriguez Torres ha coordinato personalmente l'operazione e ha annunciato la «liberazione e pacificazione» attraverso un tweet corredato da una foto nella quale lo si vede far colazione tranquillamente ad Altamira con la collega per la Comunicazione Delcy Rodríguez anch'essa definitasi contenta che la piazza e i suoi dintorni «siano stati liberati dal governo nazionale». Altri dirigenti del Governo hanno plaudito «l'iniziativa per la pace» lanciata da Maduro mentre i media ufficiali moltiplicavano le interviste a residenti della zona che si congratulavano con le forze dell'ordine per il loro intervento. Accorso sul luogo Ramón Muchacho sindaco oppositore di Chacao, municipio nel cui territorio si trova la piazza, ha precisato di non essere stato avvertito dell'operazione di sicurezza commentando che «un dispiegamento militare di questo tipo significa tutto tranne la normalità: non si può parlare di normalità con soldati ad ogni angolo con più uniformi che abiti civili per la strada».

[ IL PROGETTO DEL SOFFOCAMENTO CONTRO ISRAELE A CUI SONO STATE NEGATE LE CONQUISTE TERRITORIALI, PER LE GUERRE VINTE NEL PASSATO.. LA VITA DI UN EBREO CHE MUORE IN BATTAGLIA, PERCHé AGGREDITO, DAGLI ISLAMICI DEL CALIFFATO SHARIA MONDIALE, PER I SATANISTI FARISEI DEL FMI SPA, NON HA NESSUN VALORE! ] Obama chiede a Israele di accettare i confini del 1967. Nel discorso al dipartimento di Stato sulle crisi in atto nel mondo arabo. 21 maggio 2011. Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama riceve oggi a Washington il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu all'indomani del discorso tenuto al dipartimento di Stato sulle rivolte in atto nel mondo arabo. Obama per la prima volta ha sostenuto che Israele deve tornare ai confini del 1967 definendo tale atto insieme al riconoscimento di Israele da parte di tutte le componenti palestinesi inclusa Hamas «la base di una eventuale pace». Più in generale nel suo discorso Obama ha detto che il futuro del Medio Oriente dipende dalla sua gente. Obama ha specificato che gli Stati Uniti sosterranno le riforme nella regione e le transizioni verso la democrazia ma ha aggiunto che nessuno può imporre cambi di regime dall'esterno. [ SE, LA LEGA ARABA NON RINUNCIA ALLA SHARIA? COME MINIMO TUTTI I PALESTINESI SARANNO DEPORTATI NEL DESERTO EGIZIANO, LI POTRANNO FARE LA LORO PALESTINA, INOLTRE, VERRà DEMOLITA LA CUPOLA DELLA ROCCIA, E CANCELLATA OGNI PRESENZA ISLAMICA IN PALESTINA! ] Obama si è detto intenzionato a tentare di dare impulso al processo di pace tra israeliani e palestinesi considerandolo «più urgente che mai». Il presidente statunitense ha fatto esplicito riferimento a uno Stato palestinese «non militarizzato» sulla base della situazione esistente prima della guerra dei sei giorni appunto nel 1967 con la quale Israele assunse il controllo della penisola del Sinai di Gaza della Cisgiordania di Gerusalemme est e delle alture del Golan. Al tempo stesso Obama ha detto che senza il riconoscimento di Israele la pace non sarà possibile e che i palestinesi non raggiungeranno pace e prosperità «se Hamas insisterà sul cammino del terrore». Ribadendo che l'amicizia statunitense nei confronti di Israele è «incrollabile» Obama ha ammonito i palestinesi che «non realizzeranno mai la loro indipendenza negando a Israele il diritto di esistere».

A Obama come riferiscono le agenzie di stampa sono giunte le prime risposte negative tanto da Netanyahu quanto da Hamas. Mahmoud Zahar uno dei leader dell'organizzazione radicale palestinese ha detto che «Obama ha adottato la posizione di Israele in preparazione della sua campagna elettorale». Da parte sua in un comunicato di risposta al discorso di Obama Netanyahu ha detto che un ritiro di Israele sui confini del 1967 «lascerebbe al di fuori dello Stato grandi centri di popolazione israeliana in Giudea e Samaria» confermando cioè il rifiuto di smantellare le colonie in Cisgiordania e dicendosi intenzionato a ribadire a Obama che per la difesa di Israele è necessaria la presenza delle sue forze armate lungo il fiume Giordano.

Netanyahu afferma poi che «senza una soluzione della questione dei profughi al di fuori dei confini di Israele nessuna rinuncia territoriale porrà fine al conflitto» ribadendo cioè il no al ritorno in territorio israeliano dei profughi del 1948. Inoltre secondo il premier israeliano «i palestinesi devono riconoscere Israele come Stato degli ebrei e un accordo di pace con loro deve includere la fine di ogni altra richiesta a Israele». Infine Netanyahu si è poi detto «deluso dalla decisione dell'Autorità palestinese di adottare Hamas un'organizzazione terroristica che si prefigge la distruzione di Israele».

Affonda la speranza
Morti sette migranti per l'inabissamento del barcone salpato dalle coste turche e diretto in Europa
18 marzo 2014
Migranti tratti in salvo nel Canale di Sicilia (Reuters)

Nuovo dramma dell'immigrazione. Questa notte sette persone sono morte e altre due sono disperse dopo che è affondato un barcone di migranti al largo delle coste dell'isola di Lesbo nel Mar Egeo orientale. Lo ha reso noto la Guardia costiera che ha messo in salvo otto migranti che si trovavano sul barcone partito dalle coste della Turchia e diretto in Europa.

Il natante hanno riferito i sopravvissuti ai soccorritori della Guardia costiera ha cominciato all'improvviso a imbarcare acqua e in breve tempo si è inabissato. Le persone tratte in salvo sono state trasferite nell'ospedale dell'isola di Lesbo.

Intanto altri 596 migranti tra cui 103 donne e 62 minori sono stati soccorsi ieri dalla Marina militare italiana in due diversi interventi a sud di Lampedusa nell'ambito dell'operazione Mare Nostrum. Le operazioni di soccorso avviate dalla fregata Grecale si sono rese necessarie visto il sovrannumero di persone a bordo dell'imbarcazione: sono terminate nella tarda serata di ieri ha riferito la Marina militare in una nota con il trasbordo sulla fregata di 323 migranti tra cui 38 donne e 54 minori.

Orrore in Nigeria. Abitanti di tre villaggi bruciati e mutilati
17 marzo 2014. La sepoltura delle vittime dei massacri in Nigeria (Afp)

Una carneficina compiuta in piena notte da uomini con armi da fuoco benzina e machete che ha lasciato in terra i cadaveri molti dei quali bruciati e mutilati di oltre cento abitanti di tre villaggi del centro della Nigeria. È un altro sanguinoso raccapricciante capitolo del conflitto che sta drammaticamente segnando lo Stato a popolazione mista cristiana e musulmana di Kaduna. Un conflitto in cui s'intrecciano in particolare rancori sul piano etnico e forti dissidi riguardo al possesso delle terre. Dalle elezioni presidenziali tenutesi nel 2011 che hanno portato all'insediamento di Goodluck Jonathan gli scontri hanno provocato centinaia di morti. I villaggi attaccati sono quelli di Angwan Gata Angwan Sankwai e Chenshyl tutti a maggioranza cristiana situati nel distretto di Kaura nel sud dello Stato.

Il racket delle spose per forza. [ OGNI CRIMINE ISLAMICO DI GENOCIDIO SOTTO EGIDA ONU AMNESTY UE USA! ]] Aumentano in Egitto rapimenti e conversioni all'islam delle giovani cristiane. 14 marzo 2014. Negli ultimi tre anni oltre cinquecento ragazze cristiane sono state rapite in Egitto da uomini musulmani e costrette alla conversione e al matrimonio spesso dopo aver subito violenza. La notizia è stata diffusa nei giorni scorsi dalla fondazione Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs) che ha rilanciato la denuncia di un'organizzazione egiziana l'Associazione per le vittime di rapimenti e sparizioni forzate (Avaed). Quest'ultima garantisce alle vittime e alle loro famiglie assistenza medica psicologica e legale. In Egitto, si sottolinea nel comunicato dell'Acs, i rapimenti di giovani copte non rappresentano affatto una novità: già durante la presidenza di Anwar el-Sadat (1970-1981) si registrarono diversi episodi ma dopo la caduta di Hosni Mubarak all'inizio del 2011 il numero di casi è aumentato in modo esponenziale. «Prima della rivoluzione sparivano quattro o cinque ragazze al mese, spiega Ebram Louis fondatore dell'Avaed, oggi la media è di quindici». Peraltro è quasi impossibile fornire stime esatte poiché spesso i crimini e gli aggressori non vengono né riferiti né denunciati.


Cattolici mobilitati per la pace e lo sviluppo in Sud Sudan. Il referendum del 9 gennaio e le incognite del futuro. 09 gennaio 2011. All'avvio domenica del referendum per l'indipendenza del Sud Sudan la comunità cristiana è mobilitata per assicurare che la consultazione popolare avvenga in maniera pacifica e trasparente. In particolare una delegazione della Southern African Catholic Bishops' Conference (Sacbc) guidata dal cardinale arcivescovo di Durban Wilfrid Fox Napier, cui fanno parte anche osservatori della All African Conference of Churches, è presente da giorni per monitorare il regolare svolgimento delle votazioni. Il cardinale Napier ha sottolineato ieri che «l'opportunità di testare la volontà popolare è un evento storico in quanto consente a persone comuni che hanno sopportato il peso della guerra civile e l'esclusione dallo sviluppo la possibilità di reclamare la propria dignità». L'importanza dell'evento è stata sottolineata anche in un messaggio del primate della Comunione anglicana l'arcivescovo di Canterbury Rowan Williams. «La data del 9 gennaio, è scritto, è immensamente importante per il Sudan. La popolazione del Sud Sudan eserciterà il proprio diritto all'autodeterminazione fissato nell'accordo generale di pace siglato sei anni fa». Il primate inoltre si appella affinché «sia assicurato da parte di tutti il sostegno alla popolazione e il referendum possa svolgersi pacificamente con il rispetto pieno dei suoi risultati». L'arcivescovo conclude quindi ribadendo la necessità di supportare il processo democratico in atto nel Paese e invoca le preghiere «per questo importante periodo storico». Nel messaggio Williams accenna anche alla situazione della contesa regione dell'Abyei e al Darfur dove si attende da lungo tempo che la pace tra i gruppi armati e il Governo di Khartoum possa finalmente concretizzarsi.
L'attenzione è comunque incentrata non soltanto sul referendum ma anche sullo scenario che si aprirà in futuro al di là dei risultati che scaturiranno dalle urne. Una «tre giorni» di dibattito si è svolta a Khartoum. L'iniziativa è stata promossa dal Sudan Council of Churches in collaborazione con il Sudan Ecumenical Forum. Al dibattito hanno preso parte parte oltre cento rappresentanti di comunità cristiane. Il forum è spiegato ha inteso contribuire «a delineare la situazione delle comunità religiose in vista del dopo referendum». Si tratta è aggiunto «di evidenziare e analizzare le difficoltà che potrebbero scaturire e di individuare le soluzioni per affrontarle».

Sulla questione dei profughi è intervenuto invece il vescovo cattolico di El Obeid Macram Max Gassis: «Passata l'euforia dell'indipendenza si dovranno poi fare i conti con la dura realtà delle migliaia di profughi che dal Nord si sono spostati nel Sud e che non hanno nulla». E ha aggiunto: «Se si pensa che nella sola area di Khartoum vi sono circa quattro milioni di sudanesi che potrebbero tornare in Sud Sudan si comprende che siamo di fronte a una potenziale tragedia umanitaria».

In un comunicato, reso noto dalla Fides, è scritto che «la Southern African Catholic Bishop's Conference è stata fortemente solidale con il popolo del Sud Sudan fin dal 1994». Questa attenzione si specifica si è manifestata inizialmente con la costituzione del «Sudan Desk» nell'ambito del dipartimento di Giustizia e Pace presso la segreteria della Sacbc e in con la formazione del «Denis Hurley Peace Institute» un organismo associato all'episcopato che svolge un intenso lavoro per promuovere la pace in Sudan. Nel solo 2010 si sono svolte sei visite di solidarietà dei vescovi in Sudan.

Nuovi orizzonti libici. In fiamme a Tripoli gli edifici governativi mentre Bengasi sarebbe in mano ai ribelli. TUTTO IL DELIRIO ISLAMICO SOTTO EGIDA ONU USA UE BILDENBERG, PER ROVINARE IL GENERE UMANO. 22 febbraio 2011
Si rincorrono voci su una fuga di Muammar Gheddafi e di un colpo di Stato militare
Non si placa la rivolta in Libia nonostante la sanguinosa repressione messa in atto dal regime guidato da Muammar Gheddafi. Fonti diverse ma concordi parlano ormai di oltre trecento le vittime dall'inizio delle proteste una settimana fa e lo scenario è ormai quello di una guerra civile. La rivolta ha investito anche la capitale Tripoli dove nei giorni scorsi c'erano state manifestazioni filogovernative ma dove da ieri sono in atto scontri di piazza e questa mattina sono segnalati in fiamme edifici pubblici compresi il palazzo del Governo e la sede del Parlamento. Secondo l'emittente televisiva satellitare al Jazeera che cita fonti mediche in città solo oggi si sono contati oltre sessanta morti. Al Jazeera aggiunge che anche le forze dell'ordine si sono date a saccheggi di uffici e banche e che tutte la zona meridionale Jebal Nafusa è i mano ai ribelli.
Anche Bengasi sembra ormai nelle mani degli oppositori ai quali si sono uniti anche reparti militari dopo che ieri altre truppe avevano aperto il fuoco contro i manifestanti prima di essere costrette a lasciare la città. Sempre a Bengasi ma anche a Tripoli e in altre città c'è preoccupazione che la rivolta possa essere infiltrata da gruppi di matrice fondamentalista islamica già protagonisti in passato di violenze contro le minoranze cristiane. In città sono rimaste numerose religiose decise a continuare la loro opera di assistenza mentre viene segnalato che numerosi immigrati filippini hanno cercato rifugio nelle chiese.
Si rincorrono voci su una fuga di Muammar Gheddafi e di un possibile colpo di Stato militare. Il figlio dello stesso leader libico Seif al Islam ha smentito la circostanza dichiarando ieri sera, in un discorso televisivo di quaranta minuti durante il quale si erano udite diverse sparatorie in città, che il padre «sta guidando la lotta a Tripoli e vinceremo». Il figlio di Gheddafi ha altresì parlato di complotto esterno proponendo la convocazione di un'assemblea generale del popolo per fare insieme le riforme. Secondo Seif al Islam, che alcune fonti danno in contatto con esponenti dell'opposizione nel tentativo di avviare un dialogo, la Libia è vittima appunto di un complotto internazionale corre il rischio di una guerra civile di essere divisa in diversi emirati islamici di perdere il petrolio che assicura unità e benessere al Paese di tornare preda del colonialismo occidentale. Nei giorni scorsi il Governo di Tripoli aveva comunicato all'ambasciatore d'Ungheria Paese che ha la presidenza di turno dell'Unione europea che se questa non avesse smesso di appoggiare le rivolte popolari in Africa settentrionale la Libia avrebbe interrotto la cooperazione in materia di controllo dei flussi migratori.

L'alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza dell'Unione europea Catherine Ashton ha ribadito ieri che condanna la repressione contro i dimostranti pacifici e deplora la violenza e la morte di civili. In una dichiarazione diffusa dall'ufficio di Ashton si invitano le autorità libiche «a esercitare la moderazione e la calma e ad astenersi immediatamente dall'ulteriore uso della violenza contro dimostranti pacifici. La libertà di espressione e il diritto di riunirsi come stabilito dalla Convenzione internazionale sui diritti civili e politici sono diritti umani e libertà di ogni essere umano e devono essere rispettati e protetti». La dichiarazione aggiunge che «le legittime aspirazioni e le richieste riformiste della popolazione devono essere prese in considerazione attraverso un dialogo aperto e significativo. L'Unione europea si aspetta inoltre la piena collaborazione da parte delle autorità nella protezione dei cittadini europei». Ulteriori prese di posizione europee sono attese dal Consiglio dei ministri degli Esteri riunito oggi a Bruxelles. Anche l'amministrazione statunitense segue con preoccupazione l'evolversi della situazione in Libia e chiede ufficialmente che sia posta fine «a ogni violenza contro i manifestanti pacifici» come ha dichiarato il portavoce del dipartimento di Stato Philip Crowley. L'accelerazione degli avvenimenti minaccia comunque di cambiare la situazione nel giro di poche ore. Seif al Islam ha ribadito che «l'esercito ora ha il compito di riportare l'ordine con ogni mezzo». E ha aggiunto che «non è l'esercito egiziano o tunisino. Distruggeremo la sedizione e non cederemo un pollice del territorio libico». Anche in Marocco si segnalano disordini costati ieri la vita a cinque persone nella città di Al Hoceima.

Dalle rivolte arabe alla guerra in Mali. La crisi coinvolge tutti i Paesi del Sahel. TUTTO IL DELIRIO ISLAMICO SOTTO EGIDA ONU USA UE BILDENBERG, PER ROVINARE IL GENERE UMANO. 20 aprile 2012. La crisi in atto nel Mali è una delle prove più evidenti degli irrisolti problemi non solo del Paese ma dell'intera area dal Sahel. In questa luce si possono leggere infatti sia l'insurrezione nel nord dei tuareg del Movimento nazionale di liberazione dell'Azawad (Mnla) incominciata il 17 gennaio sia la pressochè contemporanea concentrazione in quell'area di gruppi legati alla galassia del terrorismo internazionale di matrice fondamentalista islamica. L'insurrezione dell'Mnla che mira all'indipendenza delle regioni a popolazione tuareg ha avuto una tempistica in qualche modo legata alle crisi nordafricane del 2011.
Da un punto di vista militare in particolare è stato determinante il rientro in patria di miliziani tuareg pesantemente armati che avevano fatto parte delle forze di Gheddafi sconfitte dagli insorti libici appoggiati dalla Nato.
L'accresciuta porosità delle frontiere libiche e non solo seguita alle rivolte del 2011 nel Maghreb ha favorito anche gli spostamenti dei gruppi islamisti che in Mali sembrano intenzionati a riprodurre la situazione in Somalia dove combattenti non somali aderiscono da anni alle milizie di al Shabaab che guidano l'insurrezione contro il Governo del presidente Sharif Ahmed. Non a caso nel nord del Mali è segnalata la presenza di gruppi stranieri a partire da Al Qaeda per il Maghreb islamico e dal nigeriano Boko Haram. Un'implicita riprova di tale concentrazione è stata fornita il 17 aprile anche dalla liberazione alla frontiera tra Mali e Burkina Faso della turista italiana Maria Sandra Mariani rapita dall'Aqmi il 2 febbraio 2011 nel sud dell'Algeria.
Meno evidenti anche se non mancano commentatori che li ipotizzano sembrerebbero eventuali collegamenti con la situazione internazionale per quanto riguarda il colpo di Stato messo in atto il 22 marzo nella capitale Bamako da reparti militari che hanno rovesciato il presidente Amadou Toumani Touré ma che poi hanno accettato di avviare una transizione. Determinante è stata la pressione della Comunità economica dei Paesi dell'Africa occidentale (Ecowas) che avevano imposto sanzioni ai golpisti e minacciato un intervento armato.
Anche in questo caso peraltro la situazione resta fluida e incerta. Nonostante il consenso raggiunto tra civili e militari riuniti a Ouagadougou in Burkina Faso con i mediatori dell'Ecowas sul futuro politico e istituzionale del Mali non c'è ancora chiarezza. A cominciare dalla scelta del primo ministro di transizione. L'incarico è andato a Modibo Diarra presidente di Microsoft Africa che è stato nominato dal capo di Stato ad interim Diacoumba Traoré (l'ex presidente del Parlamento che aveva prestato giuramento il 12 aprile dopo l'intesa sottoscritta con l'Ecowas la settimana prima) ma è stato indicato dai militari golpisti guidati dal capitano Amadou Haya Sanogo.
La soluzione era prospettata nella dichiarazione conclusiva dell'incontro a Ouagadougou è considerata però da molti osservatori incompleta e frutto di un compromesso al ribasso. Questo anche perché la durata della transizione non viene precisata ma «sarà determinata dalla concertazione regionale tenendo conto del ripristino dell'integrità territoriale e della valutazione tecnica del processo elettorale».
In altre parole la transizione fino a elezioni generali in sostituzione di quelle inizialmente previste per il 29 aprile o sarà vincolata alla risoluzione della crisi del nord. Il che ad alcuni sembra una sorta di attenuante data dall'Ecowas al colpo di Stato militare che era stato giustificato proprio con l'incapacità del precedente Governo di fronteggiare l'insurrezione che in poche settimane aveva assunto il controllo del nord del Paese.

La clausola che tutti i membri della giunta militare e tutti gli esponenti del futuro Governo di transizione dalla candidatura alle prossime presidenziali potrebbe comunque essere ritenuta una garanzia per quanti temono che la posizione troppo morbida dell'Ecowas finisca per favorire un ritorno al potere dei militari.

La dichiarazione di Ouagadougou sollecita l'intera comunità internazionale a fornire un'assistenza umanitaria urgente alle popolazioni delle regioni settentrionali e a coinvolgersi per aiutare il Mali a ripristinare l'integrità territoriale. Ai gruppi armati che hanno preso il controllo dei tre principali centri (Gao Kidal e Timbuctu) viene chiesto di far cessare immediatamente ogni violenza.

Sui ribelli dell'Mnla e sui gruppi islamici pesa la minaccia di intervento armato dell'Ecowas tuttavia piccoli passi in avanti sulla strada del dialogo per scongiurare il ricorso alle armi sono stati compiuti negli ultimi giorni. A Nouakchott la capitale della Mauritania c'è stato un incontro tra una delegazione delle autorità di transizione di Bamako guidata da Tiébilé Dramé e una dell'Mnla. Le forze politiche maliane avevano chiesto al presidente mauritano Mohamed Ould Abdel Aziz contrario a un intervento militare e a quello del Burkina Faso Blaise Compaoré di attivarsi per «aprire quanto prima negoziati tra ribelli tuareg e islamici e le autorità di transizione».

Anche il movimento islamico maliano di Ansar Eddine si è detto disposto a dialogare con le autorità di Bamako. Ma le posizione dell'Mnla e quelle dei gruppi islamici compreso Ansar Eddine che è formato da tuareg restano distanti e tali da poter rallentare o persino bloccare i tentativi di dialogo. L'Mnla ha ribadito che negozierà «l'indipendenza dell'Azawad» (proponendo un assetto federale) solo «se la comunità internazionale accetta di portarsi garante» dell'applicazione futura di un eventuale accordo.

Gli islamici di Ansar Eddine invece sono contrari a dividere il Mali e soprattutto «respingono ogni mediazione occidentale nel dialogo intermaliano». Preferiscono seguire il canale dell'alto consiglio islamico del Mali che raggruppa tutte le associazioni musulmane nazionali. Proprio a tale organismo il gruppo ha consegnato quasi duecento militari liberati dopo essere stati fatti prigionieri nei combattimenti delle scorse settimane.

L'Africa dei pirati. Sempre più insicure le coste del continente. OVVIAMENTE, PER LA PIRATERIA CONCESSA DA USA 666. ALLA LEGA ARABA E L'INDIA (SUCCESSIVAMENTE) PER DIFENDERSI DALLA PIRATERIA CHE HA DOVUTO SUBIRE, SONO ATTIVAMENTE COINVOTE IN QUESTO TURPE COMMERCIO!
MA, ISLAMICI HANNO UNA ANTICA E GENETICA VOCAZIONE CON LA PIRATERIA!
04 ottobre 2011. La sfida della pirateria è una delle emergenze africane persistenti e anzi in crescita continua nonostante il dispiegamento di imponenti operazioni navali internazionali soprattutto nelle acque al largo della Somalia e nell'Oceano Indiano lungo cruciali rotte per le merci orientali verso l'Europa e verso il continente americano. A queste incominciano ad aggiungersi iniziative degli stessi Paesi africani. Se sul fronte del Corno d'Africa soprattutto in Somalia i Governi locali mostrano scarse capacità d'intervento qualcosa incomincia a muoversi invece sulla costa atlantica del continente dove la sicurezza della navigazione commerciale rischia di essere compromessa dall'azione dei pirati secondo quanto emerge dai rapporti dell'International Maritime Bureau.

La scorsa settimana per esempio hanno preso il mare dal porto di Cotonou la principale città del Benin le prime pattuglie congiunte di militari beninesi e nigeriani che a bordo di una flottiglia di sette imbarcazioni hanno incominciato a controllare il tratto di coste che si affacciano sul golfo di Guinea sempre più bersagliato dai pirati. L'iniziativa chiamata Operazione prosperità durerà per sei mesi durante i quali la marina militare del Benin dovrà organizzarsi per provvedere direttamente alla sorveglianza della sua stretta fascia costiera.

Il ministro degli Esteri del Benin Nassirou Bako Arifari in un intervento all'Assemblea generale dell'Onu ha denunciato «la nuova minaccia della pirateria marittima che con violenza ha colpito le nostre coste e le acque del Golfo di Guinea» parlandone come di una «vera piaga per la regione assieme al traffico di droga e falsi medicinali». Anche il presidente Thomas Boni Yayi ha più volte espresso timori per danni diretti all'economia beninese e per il rischio che il porto di Cotonou dal quale dipende il 90 per cento degli scambi commerciali con l'estero venga boicottato in caso di insicurezza marittima. Il Governo del Benin ha annunciato anche la prossima creazione di un centro di sorveglianza radar a Grand-Popo la località sudoccidentale al confine con il Togo per completare il dispositivo già operativo a Cotonou ma che controlla solo il tratto di costa confinante ad est con la Nigeria.
Quest'ultimo Paese primo produttore africano di petrolio vede da tempo le navi che trasportano greggio prese d'assalto dai pirati mentre dall'inizio dell'anno ben 19 attacchi sono stati sferrati a largo del Benin. Obiettivo del pattugliamento congiunto secondo il capo di stato maggiore delle forze navali beninesi Maxime Ahoyo è «bloccare ogni tentativo d'assalto delle navi» che spesso trasportano petrolio e carburante.
Se il fenomeno della pirateria almeno su vasta scala è relativamente recente nel Golfo di Guinea ben diversa è la situazione in Somalia e negli altri Paesi del Corno d'Africa dove gli assalti alle navi si sono moltiplicati in questi ultimi anni creando un giro di affari di milioni di dollari. La moderna pirateria su vasta scala comunque in Somalia ha almeno un ventennio. Negli anni 90 infatti il crollo della dittatura di Siad Barre e la scomparsa di ogni autorità statale in Somalia resero le acque del Paese una sorta di zona franca per tutti. I grandi pescherecci industriali, soprattutto giapponesi e sudcoreani ma anche occidentali, approfittarono della situazione e penetrarono impunemente nelle acque territoriali somale saccheggiandole e riducendo alla miseria i piccoli pescatori locali. Questi incominciarono così ad attaccare le navi straniere esigendo una specie di tassa che compensasse il loro mancato guadagno. A questo si aggiunse presto lo scarico di rifiuti tossici nelle acque e sulle coste somale approfittando dell'assenza di controlli e della complicità di clan locali e di gruppi armati. Alla fine questi comportamenti hanno avuto un salto di qualità e la pirateria da principio artigianale si è trasformata in un esercito ben armato e dotato di imbarcazioni velocissime. All'inizio le corti islamiche avevano cercato di opporsi nelle aree da loro controllate ma diverse fonti locali concordano nel riferire che ormai le milizie radicali islamiche si sono di fatto alleate con i clan somali che controllerebbero direttamente alcuni nuclei di pirati.

Nel 2008 il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha autorizzato le navi militari straniere ad intervenire. Al largo della Somalia incrociano da allora flotte che vedono impegnati i Paesi dell'Unione europea e della Nato ma anche Cina India e altri Stati che cercano di non far diventare la pirateria ancora più allarmante. Il risultato è finora tutt'altro che rilevante. L'Onu ha recensito 171 attacchi nel solo primo semestre del 2011 e nelle mani dei pirati ci sono tuttora una cinquantina di navi e oltre 500 ostaggi in massima parte marinai filippini thailandesi e pakistani che costituiscono la parte più rilevante dei lavoratori del mare una categoria tra le più esposte ai pericoli che accompagnano la globalizzazione dei commerci lungo i collegamenti vitali dell'economia mondiale.

La Somalia dei rifugiati. In drammatiche condizioni centocinquantamila persone nel campo di Adollo Ado nel sud dell'Etiopia. 29 aprile 2012. Varata dall'Unione africana una nuova strategia per fronteggiare le milizie di al Shabaab ISLAMICHE. Il popolo somalo è sempre più formato in parte rilevante da profughi. I rifugiati nel campo di Adollo Ado nel sud dell'Etiopia sono ormai oltre 150.000 secondo quanto riferito dall'alto commissariato dell'Onu per i rifugiati (Unhcr). «Quest'anno sono giunti 8.500 rifugiati. I nuovi arrivati dicono di temere le condizioni di insicurezza della Somalia altri dichiarano di aver paura del reclutamento e della coscrizione forzata da parte del gruppo ribelle di al Shabaab» ha detto ieri il portavoce dell'Unhcr Adrian Edwards specificando che ad Adollo Ado ogni settimana continuano ad arrivare centinaia di persone. Edwards ha poi riferito che le condizioni di vita nei campi in Etiopia e in Kenya (dove nella sola Dadaab ci sono oltre mezzo milione di somali la più alta concentrazione di rifugiati al mondo) sono molto peggiorate negli ultimi giorni a causa delle forti piogge che hanno provocato allagamenti e danneggiato centinaia di rifugi e strade oltre ad aver ostacolato l'assistenza ai rifugiati da parte delle agenzie umanitarie. Nel frattempo in territorio somalo si annuncia una nuova strategia dell'Amisom la missione dell'Unione africana nella quale di recente sono state integrate le forze kenyane che nei mesi scorsi avevano avviato una propria operazione militare. Dopo un vertice dell'Unione africana ad Addis Abeba l'inviato speciale dell'Onu in Somalia Augustine Mahiga ha precisato che i contingenti dell'Amisom presenti nella capitale Mogadiscio spingeranno i miliziani di al Shabaab verso sud mentre le truppe kenyane attaccheranno la parte meridionale. Mahiga ha espresso comunque stupore per la capacità militare dei ribelli e delle armi sofisticate di cui sono in possesso. Onu e Unione africana hanno anche elaborato una tabella di marcia politica che prevede la formazione di un nuovo Governo ed elezioni libere entro agosto. Secondo Mahiga «la prospettiva di pace in Somalia non è mai stata così reale».

Obama rivede gli aiuti al Cairo, perché lui è il sostenitore dello Jihadismo internazionale: QUESTA è LA AGENDA PER SOFFOCARE ISRAELE E RENDERE INEVITABILE LA GUERRA MONDIALE! La decisione presa all'indomani dei sanguinosi scontri che hanno segnato l'Egitto
12 luglio 2013. I sostenitori di Mursi annunciano una nuova manifestazione di protesta
Mentre la tensione nelle strade egiziane si fa sempre più alta con i sostenitori di Mursi che annunciano una grande manifestazione per domani venerdì gli Stati Uniti annunciano che rivedranno il loro sostegno economico al Cairo. Si fa dunque sempre più complessa la partita in Egitto con il premier nominato El Beblawi che sta cercando faticosamente di mettere in piedi un nuovo Governo. Il presidente statunitense Barack Obama ha ordinato una rivalutazione dei programmi d'aiuto americani per il Governo egiziano. «Considerati gli eventi della settimana scorsa il presidente invita i dipartimenti e le agenzie interessate a rivalutare la nostra assistenza al Governo egiziano» recita il comunicato del Pentagono. Il documento non cita esplicitamente la destituzione del presidente democraticamente eletto Mohamed Mursi da parte dell'esercito. La Casa Bianca valuta con attenzione la situazione ma per il momento, riferiscono fonti dell'Amministrazione citate dai media, non verrà interrotta la prevista fornitura all'Egitto di quattro aerei F-16. Tale fornitura fa parte di un accordo più ampio che include la consegna di venti di questi aerei da combattimento otto dei quali sono già arrivati in Egitto lo scorso gennaio.